L’autofficina straboccava di droga e soldi
In manette titolare magrebino e due italiani
Sequestrati 221 chili di hascisc, 4 di cocaina, lingotti d’oro e 29 mila euro in contanti

Oltre due quintali di hascisc (per l’esattezza 221 chili), 4 chili di cocaina ed 1 di marijuana sono stati sequestrati dagli investigatori della Squadra Mobile di Reggio Emilia in un’autofficina reggiana, la Supercar di via Pervilli.

Sono finite in manette tre persone: il titolare Adiri Azedine di 51 anni, marocchino, in regola con il soggiorno, e due dipendenti italiani, entrambi residenti a Castelnovo Sotto: sono Matteo Manfrini di 41 anni nato a Parma, incensurato, e antonio Peluso, 43 anni, di Napoli. Sono tutti accusati di detenzione di droga ai fini di spaccio. Sequestrati oltre alla droga ben 29 m ila euro in contanti, in parte confezionati sotto vuoto, e alcuni lingotti d’oro.

L’autofficina di Reggio stipata di droga

Impressionante, sottolinea la Squadra Mobile, oltre al quantitativo la qualità dello stupefacente, di varie tipologie e confezionamento, nonché “le modalità di occultamento e custodia all’interno dell’officina, letteralmente stipata di droga”. Era nascosta dappertutto: nei controsoffitti, nelle auto in riparazione, nei cassetti.

La Squadra Mobile sequestra la droga

gli agenti della Mobile alla ricerca del carico di droga nell’officina del magrebino
Sequestrati anche tanti soldi in contanti
Condividi

Una risposta a 1

  1. Mario Guidetti Rispondi

    24/04/2019 alle 12:29

    Per fortuna che Polizia e Carabinieri ci sono – a loro un grande “Grazie”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *