Il chirurgo sporcaccione continua a molestare le pazienti
Arresto e sospensione dalla professione non sono bastati

27/3/2019 – Attualmente è sotto processo a Parma con la grave accusa di violenze sessuali continuate aggravate, ma Gianfranco De Lorenzis, chirurgo bariatrico noto a livello nazionale e con attività in varie città, continua a molestare le pazienti che si affidano a lui per trovare una cura all’obesità.

L’incredibile caso emerge dal servizio trasmesso ieri sera dalle Iene, dove Giulio Golia è riuscito a rintracciare il medico e registrare le sue particolari proposte ad una vittima. De Lorenzis, pugliese, con decenni di attività professionale, è imputato in un processo penale al tribunale di Parma, dove risiede. Sono venti le sue ex pazienti che lo hanno denunciato, compresa una vittima minorenne all’epoca dei fatti, tutelata dall’associazione reggiana La Caramella Buona Onlus, che tutela quattro ex pazienti tramite i propri avvocati Donatella Ferretti e Simone Servillo.

Gianfranco De Lorenzis

Le vittime,  duramente provate dagli abusi subiti, provengono da diverse città, da nord a sud dell’Italia, mentre “altre donne – ha dichiarato nell’intervista alle Iene Roberto Mirabile, presidente della Caramella Buona – si sono rivolte a noi ma per loro il caso è caduto in prescrizione oppure alcune non hanno avuto la forza di denunciare”. In particolare, proprio la ragazza di Reggio Emilia, minorenne quando venne “visitata” dal chirurgo, denunciando il fatto all’associazione antipedofilia portò i carabinieri ad arrestare il medico, che passò sei mesi ai domiciliari e successivamente venne sospeso dall’esercizio della professione per un anno.

Un’immagine dal servizio delle Iene in onda martedì 26 marzo

“Oggi purtroppo questo soggetto può visitare le pazienti – aggiunge Mirabile – Un fatto assurdo, a maggior ragione alla luce del servizio delle Iene. Vorrei sapere cosa faranno adesso l’ordine dei medici, in via precauzionale, e la magistratura, considerando che siamo anche di fronte ad ipotesi di altri reati molto gravi, per l’ipotesi di aver truffato il servizio sanitario nazionale”.

“Alla Caramella Buona continuano ad arrivare intanto altre segnalazioni di ex pazienti del De Lorenzis, che sostengono di avere subito abusi nel corso delle visite”. “Infine, mi chiedo – conclude Mirabile – come questo medico abbia potuto agire da solo, per tanti anni, senza che nessuno intorno a lui, anche in clinica, si sia accorto mai di nulla”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *