Guerra commerciale: così il Grana Padano sfrutta il Parmigiano Reggiano
Clamoroso “incidente” al supercoop di Suzzara

27/3/2019 – Guerra commerciale del Grana Padano contro il Parmigiano Reggiano. Un nuovo episodio si è registrato sabato mattina a Suzzara: nel supermercato di Alleanza 3.0 il corner promozionale del Parmigiano Reggiano, con l’insegna del Consorzio (e allestito con il contributo di via Kennedy) è stato sfruttato in modo scorretto per mettere in vendita anche il Grana Padano Gran Riserva, a un prezzo naturalmente inferiore delle punte di vero Parmigiano Reggiano.


E’ stato il presidente di Confcooperative Reggio Matteo Caramaschi a segnalare l’incidente al Consorzio e nel gruppo Whatsapp dei produttori di latte Confcoop. Subito il direttore generale di via Kennedy, Riccardo Deserti, ha disposto l’invio degli ispettori, e Alleanza 3.0 ha “prontamente” rimediato alla situazione, togliendo il Grana Padano dal corner del Re dei formaggi, anche per evitare un’accusa di pratica commerciale ingannevole.

Nello stesso corner il Parmigiano in vendita a 14,90/kg

Dunque continua quella che, di fatto, è una guerra commerciale non troppo sotterranea -anche se smentita con sdegno dal consorzio di Desenzano – perpetrata nei confronti del Parmigiano Reggiano: viene da chiedersi quanti casi come questi avvengono tutti i giorni non solo nei supermercati ma anche nei negozi di piccole dimensioni, dove il GP, che costa meno, viene spesso collocato abilmente a fianco del Parmigiano Reggiano (e talvolta presentato anche nelle stesse confezioni) per il maggior prestigio del marchio. Ma bisogna dire che quanto accaduto al supermercato di Alleanza 3.0 di Suzzara è, nel suo genere, clamoroso.

Ora si attendono le decisioni del Consorzio: potrebbe essere presentata anche una denuncia formale alla magistratura.

Comunque una conferma che la “guerra del lisozima” – il tentativo attraverso una circolare ministeriale di cancellare la dizione “conservante” dalle confezioni di Grana Padano – va valutata in una strategia più ampia, non dichiarata, ma in atto da tempo per contendere quote di mercato al Parmigiano Reggiano anche con mezzi non esattamente “fraterni”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *