Madre e figlio trovati cadaveri in casa
La donna, 81 anni, era morta da mesi
Tragedia della povertà: inchiesta interna
in comune a Cadelbosco

I cadaveri donna di 81 anni, morta da mesi e ormai mummificata, e del figlio di 54 anni sono stati scoperti da carabinieri e Vigili del fuoco questa mattina in un appartamento di via Gabella 6 a Cadelbosco. Era la casa dove vivevano da sempre. E’ una storia di degrado, di povertà e di solitudine, in cui nessuno è intervenuto in tempo per evitare il peggio, nonostante la situazione fosse nota ai servizi sociali del Comune. Tanto che il sindaco Tania tellini ha deciso di aprire un’inchiesta interna per verificare se siano stati messi in atto tutti gli interventi necessari per assistere il nucleo famigliare.

I carabinieri sono intervenuti questa mattina dopo che il cellulare dell’uomo aveva smesso di funzionare da domenica, giorno in cui probabilmente si è tolto la vita.

Adriana Caffari e Mauro Culzoni, disoccupato, erano entrambi distesi nei loro letti. La morte dell’anziana probabilmente risale a questa estate.

A dare un primo allarme erano stati i vicini di casa che, non vedendo più la donna dal giugno scorso, hanno chiesto informazioni al figlio, il quale ha risposto che la madre si trovava in una casa di riposo in provincia di Modena. Qualcuno tuttavia ha informato i carabinieri del paese, che nei giorni scorsi hanno chiesto all’uomo di portare in caserma la donna madre per un saluto. “Verremo sabato o domenica”, questa la risposta di Culzoni. Invece nè della pensionata nè dell’uomo alcuna traccia, mentre il cellulare continuava a non dare segni di vita.

Alle 9,30 di questa mattina, dunque, è scattata l’ispezione: forzata la porta, perchè nessuno rispondeva, si è scoperta la ragione di tanto mistero.

Cadelbosco, la casa dove vivevano madre e figlio, trovati cadaveri

Non si esclude che l’uomo sfruttasse la pensione della donna per vivere. Le due salme sono ora all’istituto di medicina legale di Modena: sul corpo di Adriana Caffarri si procederà all’autopsia per accertare le cause del decesso.

In una nota, il comune di Cadelbosco riferisce che “la situazione della signora era stata segnalata per la prima volta ai servizi sociali lo scorso 2 giugno, a seguito di intervento da parte dei carabinieri che li avevano allertati dopo un sopralluogo presso l’abitazione. Il 14 giugno le assistenti sociali avevano effettuato la visita domiciliare per accertarsi della situazione e proposto un percorso di sostegno per l’anziana. Successivamente, altri contatti erano avvenuti con la famiglia, nel tentativo di monitorare la situazione e proporre soluzioni di presa in carico”.

Ma , come detto, il sindaco tellini ha deciso di aprire un’inchiesta interna.

Condividi

2 risposte a Madre e figlio trovati cadaveri in casa
La donna, 81 anni, era morta da mesi
Tragedia della povertà: inchiesta interna
in comune a Cadelbosco

  1. Alessandro Davoli Rispondi

    12/02/2019 alle 21:31

    Per gli immigrati africani, arabi, negri, per tutti gli stranieri migranti ci sono: mediatori culturali, medici e assistenza sanitaria, servizi sociali, alberghi con vitto e alloggio, scuole, pocket money, ricariche telefoniche ecc, per i nostri italiani poveri c’è … la morte in solitudine! In un comune amministrato dal PD.
    Un pensiero a due vittime della folle ideologia dell’accoglienza per tutti, fuori che per gli italiani. 🤬🤬🤬

  2. Luca Rispondi

    13/02/2019 alle 08:26

    Un pensiero e una preghiera per le due vittime. Una domanda ai soloni radical chic: che fine ha fatto a Cadelbosco, la ‘sontuosa Rete dei servizi sociali’ di cui tanto vi riempite la bocca?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *