Giorno del Ricordo, i fiori di FdI in via Martiri delle Foibe. “Sconcerto” per i patrocini alle iniziative filo-titine

In occasione del Giorno del Ricordo, Fratelli d’Italia Reggio Emilia ha commemorato le vittime delle persecuzioni comuniste titine, depositando “segno visibile di rispetto dei martiri”. Una delegazione guidata dalla consigliera comunale Roberta Rigon ha collocato un mazzo di fiori in via Martiri delle Foibe a Coviolo.

La delegazione FdI in via Martiri delle Foibe

“A 15 anni dall’approvazione della legge che istituisce il “Giorno del Ricordo”- scrive Alessandro Casolari per il coordinamento provinciale FdI – siamo di nuovo costretti a prendere atto del disinteresse del Comune alla commemorazione dell’olocausto che si abbatté sui nostri connazionali nelle aree occupate dalle forze comuniste. Anche quest’anno l’unica proposta dell’amministrazione comunale è stata demandata alla buona volontà dell’istituto “Achille Peri”, al quale va il nostro ringraziamento per l’iniziativa, sicuramente meritoria ma fortemente limitata dalla scarsa fruibilità imposta da un luogo chiuso con posti limitati, come specificato in locandina”.

“Siamo altresì a rimarcare lo sconcerto – continua la nota – per le autorizzazioni e perfino il patrocinio concesso da alcune amministrazioni pubbliche ad eventi utili solo ad offendere la memoria di chi è stato vittima della violenza dei partigiani comunisti di Tito. Tanto più in una regione, l’Emilia, correlata all’esodo delle popolazioni italiane dal triste episodio del “treno della vergogna” carico di rifugiati istriani, preso a sassate e improperi dai comunisti locali. Fratelli d’Italia ha già presentato un’interrogazione parlamentare, anche per verificare che i fondi statali non arrivino, nemmeno indirettamente, a chi potrebbe utilizzarli per trovare giustificazioni, sminuire o negare questo dramma nazionale”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *