Ex-Reggiane, nuovi controlli: espulso gambiano clandestino
Murato l’accesso a una parte importante dell’area

15/1/2019 – Nuovi controlli nei capannoni abbandonati delle ex-Reggiane, a conferma che – come ha ripetuto il questore Sbordone – l’area non è più “terra di nessuno”.

L’operazione, pianificata dalla Questura di via Dante, ha impegnato due pattuglie della  Squadra Volante, tre pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Emilia Romagna Occidentale” e due pattuglie della Polizia Municipale di Reggio Emilia. In tutto 19 agenti coordinati dal dirigente dell’Ufficio prevenzione generale, che hanno passato al setaccio un capannone abitualmente occupato da cittadini gambiani. Le comunità africane, infatti, si sono spartiti gli spazi: nigeriani da una parte, ghanesi da un’altra, gambiani in un’altra ancora etc. 

La polizia alle ex Reggiane

La situazione – riferisce la Questura – è apparsa ancora leggermente migliorata, anche per effetto delle recenti opere murarie che hanno bloccato l’accesso a una parte delle ex-Reggiane. 

Le pattuglie hanno trovato 9 cittadini gambiani, 5 dei quali accompagnati in Questura per approfondimenti identificativi: evidentemente si tratta di nuovi arrivati, non censiti in precedenza. Uno di questi, irregolare sul territorio nazionale e già colpito da provvedimento di espulsione, è stato denunciato per inottemperanza all’ordine del Questore e nuovamente espulso. 

 “Importante anche quest’ultima operazione – sottolinea la Questura – in quanto il personale  dell’Ufficio Immigrazione possono così effettuare tutti gli accertamenti sull’esatta identità dei cittadini stranieri per procedere, quando le norme di settore lo consentano, al loro accompagnamento coattivo alla frontiera”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *