Reggio, l’aria peggiore dell’Emilia. Da Capodanno al 3 gennaio bloccati anche i diesel euro 4

Da domani, giorno di Capodanno,  a giovedì 3 gennaio, visto il superamento per tre giorni consecutivi del limite per le Pm10, tornano in vigore le misure emergenziali antismog in molti Comuni dell’Emilia-Romagna.
Le città interessate al provvedimento sono Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Carpi, Castelfranco Emilia, Formigine , Sassuolo, Ferrara, Cento, Rimini e Riccione. A Reggio Emilia e Modena in particolare si sono registrati tre giorni consecutivi di sforamento del livello medio massimo di Pm10 fissato a livello europeo in 50 microgrammi per metro cubo d’aria.Reggio è la città con l’aria peggiore dell’Emilia Romagna: dal primo gennaio a ieri 30 dicembre si sono registrati 55 giorni di sforamenti, rispetto ai 35 ammessi dalle normative .

I livelli di polveri sottili Pm10 negli ultimi 14 giorni provincia per provincia

Con i provvedimenti in vigore dal primo al 3 gennaio,si rinnova lo stop alla circolazione anche per le auto diesel euro 4, il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico con classe di prestazione emissiva inferiore a 4 stelle (caminetti aperti) , abbassamento del riscaldamento fino ad un massimo di 19 gradi nelle abitazioni e 17 nei luoghi che ospitano attività produttive e artigianali, divieto di combustione all’aperto, divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli. Saranno potenziati i controlli.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *