Qualità della vita: Reggio scende al 18mo posto tirata giù da furti, scippi e rapine

18/12/2018 – Reggio Emilia si è classificata al 18mo posto nella consueta classifica di fine anno della Qualità della vita nelle città italiane, realizzata dal Sole 24 Ore (sui dati 2017). Rispetto all’anno scorso, la provincia di Reggio scende di due posizioni in classifica, classificandosi al quarto posto tra le città dell’Emilia Romagna, dopo Bologna (ottava nella classifica nazionale, l’unica emiliana nella top ten), Ravenna (undicesima) e Modena, che guadagna 11 posizioni e si classifica quindicesima in Italia. ventesima Rimini. 25 ma la provincia di Forlì-Cesena e addirittura 29 ma Parma, che in un sol colpo perde sette posizioni. Pioacenza è quarantesima (-5), Ferrara scende ancora di due posizioni al 47 mo posto.

Per Reggio Emilia è decisamente negativo il risultato in materia di sicurezza, determinante nel far perdere posizioni in classifica: ci collochiamo all’82mo posto per scippi e furti su 107 province, e al 65mo per le rapine: 31,9 ogni centomila abitanti.

Avviamo perso 14 posizioni nella classifica ricchezza e Consumi, scendendo al 29 mo posto. diciottesimo posto per i depositi pro capite, al decimo per il Pil, al nono per i consumi (davanti a noi in Regione Modena, seconda a livello nazionale) dodicesimi nel tasso di occupazione che è al 68,4% (perdiamo comunque tre posizioni) e confermando un brillante ottavo posto nazionale nell’export.

Sul podio della classifica, quest’anno al primo posto per la prima volta sale Milano, seguita da Bolzano e da Aosta 8(che lo scorso anno era seconda). Seguono Belluno, Trento, trieste, Bologna, Pordenone, Treviso e al decimo posto Gorizia.

All’ultimo posto, il 107 mo, Vibo Valentia preceduta da Foggia, Taranto, Reggio Calabria, Crotone, Enna, Caserta, Caltanissetta.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *