Petroni arrestato a Spalato perchè guidava un furgone carico di clandestini: era sparito dopo la condanna per la truffa da 10 milioni

28/12/2018 – L’ex subagente Ina-Assitalia di Castelnovo Monti, Sergio Petroni, condannato il 10 dicembre a 4 anni per aver truffato una decina di milioni di euro ai suoi clienti, è stato arrestato in Croazia, nei pressi della città di Spalato, perchè sorpreso dalla polizia alla guida di un furgone carico di clandestini. Lo scrive questa la gazzetta di reggio questa mattina.

Si spiega così l’arresto avvenuto il 20 dicembre (di cui ha dato notizia ieri Reggio Report) e il fatto che di Petroni non si aveva più notizie, tanto he c’era chi aveva pensato al peggio.

Sergio Petroni in Tribunale a Reggio Emilia

Il suo avvocato Maria Silvia Grisanti aveva perso le tracce di Petroni pochi giorni dopo la sentenza pronunciata dal giudice di Reggio (e l’imputato, poi condannato, non era presente all’udienza). “Ci siamo sentiti al telefono il 13 o il 14 dicembre – ha detto alla Gazzetta – Aveva<mo fissato un appuntamento nel mio studio per discutere della sentenza, ma non si è presentato). Alla vigilia di Natale è stata la ex moglie con i tre figli, preoccupati perchè Petroni sembrava sparito nel nulla,  a chiedere notizie all’avvocato Grisanti. Ieri infine, dopo le anticipazioni di Reggio report, la notizia dell’arresto avvenuto in Croazia in dicembre. Pare che il fermo sia avvenuto dopo un incidente stradale: nei prossimi giorni se ne saprà di più.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *