Ex-Reggiane, vertice in Prefettura: “Non è più una zona franca fuori controllo”. Ma nell’area ancora 60 persone senza tetto

5/12/2018 – Questa mattina in Prefettura si è riunito il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto di Reggio Emilia, Maria Forte, alla presenza dei Vertici provinciali delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco, del sindaco e dell’assessore al ramo del Comune di Reggio Emilia.

Nel corso dei lavori – si legge in una nota diffusa al termine dei lavori – “il tavolo ha svolto un monitoraggio degli interventi svolti presso l’area delle ex Officine Reggiane, che evidenziando criticità sotto il profilo sociale e della legalità, era già da tempo attenzionata.

In effetti, dopo la conclusione dei lavori di bonifica e di interdizione dell’area svolti dal Comune, sono stati, da diversi mesi, intensificati i servizi di sicurezza, anche mediante mirati controlli, per contrastare le forme di illegalità”.

Nell’area le forze di Polizia hanno registrato “la presenza di circa sessanta persone, di cui i due terzi risultano regolari e stanziali per condizioni di estrema povertà. Sono state adottate finora due espulsioni”.

Le strategie elaborate” hanno dunque consentito di dare un segnale di discontinuità rispetto al passato, tant’è che non sono stati registrati nuovi “ingressi” ed hanno evitato che l’area diventasse una zona “franca” senza controllo”.

“L’Amministrazione Comunale, apprezzando lo sforzo compiuto dalle Forze di Polizia, si è impegnata a continuare a seguire con particolare attenzione le persone in evidente stato di bisogno, cercando di individuare soluzioni idonee.

Visto il buon esito dei dispositivi adottati, che hanno comportato, tra l’altro, sequestri di sostanze stupefacenti, recupero di refurtiva (biciclette o altro) da restituire ai legittimi proprietari, il Comitato ha deciso la prosecuzione delle misure in atto, con aggiornamento fra tre mesi allo scopo di mantenere alta l’attenzione”.

Il tavolo ha, inoltre, messo a punto i dispositivi di sicurezza da attuare per garantire l’ordinato svolgimento della maratona “Città del Tricolore”, cui parteciperanno circa 2 mila 800 atleti, con un percorso da Reggio Città a  Montecavolo, prevista per il 9 dicembre.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *