Distacchi Iren e cantine occupate: da anni via Turri è una bomba sociale

DI CINZIA RUBERTELLI *

É grande il dolore per la tragedia che si è consumata in via Turri, esprimiamo il nostro cordoglio ai familiari delle vittime dell’incendio. Un fatto gravissimo, ancora oggetto di verifica da parte delle autorità competenti, ma il cui bilancio è già pesantissimo.

La situazione critica, in termini di legalità e destinazione regolare di immobili, cantine e garage di diversi condomini di via Turri e della zona stazione, più in generale, è un fatto conosciuto. I cittadini e i comitati di quell’area della città hanno più volte denunciato fenomeni di sovraffollamento degli appartamenti e l’occupazione irregolare di appartamenti, cantine e garage. E lo hanno fatto anche nel corso dell’ultima commissione consiliare tenutasi in quella zona.

La situazione dei distacchi di Iren, risalente a marzo 2015, motivati dalle innumerevoli morosità, rappresentava già all’epoca una vera bomba sociale a causa degli interventi spontanei che si stavano facendo e che sono stati più volte denunciati in Consiglio comunale e in vari incontri.

Alla luce di tutto ciò, oggi, in Consiglio comunale, come Alleanza civica, abbiamo chiesto al sindaco e alla giunta di rendicontare con urgenza ai gruppi consiliari tutte le attività di controllo che sono state svolte dalla Polizia municipale e da tutti gli uffici preposti, anche in seguito alle segnalazioni ricevute nelle commissioni, in sala del Tricolore e negli incontri pubblici.

*Capogruppo Alleanza Civica Reggio Emilia.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *