Interpump, “crescita spettacolare”: nei primi nove mesi vendite a 953,6 mln e utile a 137,3 mln (+38,5%)

7/11/2018 – “Interpump continua a crescere a passo spettacolare”. Questo il commento del presidente Fulvio Montipo’ di fronte ai risultati dei primi nove mesi del 2018 del gruppo di Calerno, leader mondiale nelle pompe oleodinamiche, che ha sfiorato il miliardo di vendite nette (953, 6 milioni tra gennaio e settembre) con una crescita del 16,5% rispetto allo stresso periodo del 2017. L’indice Ebitda è a 219,8 milioni (+14.5%), l’utile netto consolidato sempre nel periodo 137,3 milioni di euro  (+38,5%).

La  posizione finanziaria netta è di  276,9 milioni di euro rispetto a 273,5 milioni al 31 dicembre,  dopo esborsi per acquisizioni per 12,2 milioni, pagamento dividendi per 23,1 milioni e acquisto
azioni proprie per 36,3 milioni.

Nel terzo trimestre luglio-setembre il gruppo Interpump ha registrato vendite nette per 310,1 milioni (+19,3% rispetto al terzo trimestre 2017), un Ebitda di 73  milioni (+19,3%) e un utile netto consolidato di 43,0 milioni (+30,8%)

Fulvio Montipò

“Interpump continua a crescere col suo passo spettacolare – ha dichiarato Montipo’ dopo il cda che ha approvato i conti a tutto settembre –  La crescita organica, giunta al traguardo
dell’ottavo trimestre consecutivo, non mostra segni di affaticamento e segna un record al 13,8%. Con questo trimestre Interpump inaugura il secondo anno di crescita organica a doppia cifra”.

In un comunicato, il cda precisa che nei nove mesi  “il risultato operativo (EBIT) è stato pari a 182,1 milioni di euro (19,1% delle vendite) a fronte dei 154,8 milioni di euro dei primi nove mesi del 2017 (18,9% delle vendite), con una crescita del 17,6%. L’utile netto dei primi nove mesi del 2018 è stato di 137,3 milioni di euro (99,1 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017), con una crescita del 38,5%. Si ricorda che nel 2018 è stato iscritto un provento una tantum di 11,9 milioni di euro legato all’acquisizione di GS-Hydro.

L’utile per azione base è passato da euro 0,919 nei primi nove mesi 2017 a euro 1,277 nello stesso periodo del 2018.
La liquidità netta generata dalla gestione reddituale è stata di 176,1 milioni di euro (143,6 milioni di
euro nei primi nove mesi del 2017) con una crescita del 22,6%. Il free cash flow è stato di 66,1 milioni di euro (73,4 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017).
La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2018 è pari a 276,9 milioni di euro rispetto ai 273,5 milioni di euro al 31 dicembre 2017, dopo esborsi per acquisizioni per 12,2 milioni di euro, pagamento dividendi per 23,1 milioni di euro e acquisto azioni proprie per 36,3 milioni di euro. Il Gruppo ha inoltre impegni per acquisizione di partecipazioni di società già controllate per complessivi 43,1 milioni di euro (46,8 milioni di euro al 31/12/2017).
Il capitale investito è passato da 1.085,1 milioni di euro al 31 dicembre 2017 a 1.165,3 milioni di euro al 30 settembre 2018, a seguito dell’acquisizione GS-Hydro e dell’incremento di capitale circolante,
conseguenza dei tassi di crescita organica molto elevati.
Al 30 settembre 2018 Interpump Group S.p.A. aveva in portafoglio n. 2.728.489 azioni proprie pari al 2,506% del capitale, acquistate ad un costo medio di € 19,7677.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *