Concordato con riserva per Piacentini Costruzioni: solo l’accordo con le banche eviterà il fallimento

4/11/2018 – È stato dichiarato il concordato con riserva per l’azienda Piacentini Costruzioni con sedi a Palagano e Montale di Castelnuovo, nel Modenese, una realtà attiva dal 1949. La riserva con cui il giudice delegato del Tribunale ha dichiarato il concordato è legata alla presentazione dell’accordo di ristrutturazione del debito con le banche. Augusto Castelfranco è stato nominato commissario. La società, che nel 2017 ha fatturato 88 milioni, è attualmente impegnata in lavori del controvalore di 180 milioni e in altri, in forma consortile, per quasi 500 milioni, con clienti primari fra i quali Anas ed Eni. La famiglia Piacentini, negli ultimi anni, si era impegnata nell’editoria con il quotidiano locale Prima Pagina (la società era fallita) e soprattutto col 40% della società editrice de l’Unità,da tempo non più in edicola.

La sede della Piacentini Costruzioni

Esistono tre istanze di fallimento pendenti e Piacentini Costruzioni deve ottenere un’adeguata ristrutturazione dei debiti con le banche. Molti i grandi lavori in cui l’azienda è stata impegnata, dal Mose di Venezia al cantiere dell’alta velocità Lione-Torino tramite il Consorzio Coseam.

“A quello che sappiamo finora, l’azienda sta vivendo una crisi finanziaria, ma che, per ora, non avrà ricadute a livello di ristrutturazioni per quel che riguarda i lavoratori, che sono duecento tra operai e
amministrativi”, ha detto Marcello Beccati, segretario della Fillea-Cgil di Modena.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *