Cent’anni fa la fine della Grande Guerra: restaurata la lapide ai Caduti di Dinazzano

Il 4 novembre 1918 si concludeva la Prima Guerra Mondiale: tre anni e mezzo di conflitto caratterizzati da eroismi e massacri, una guerra totale e crudele che vide l’Italia pagare un tributo di sangue altissimo. Si contarono 650mila vittime solo tra i soldati oltre ai civili, cui si devono aggiungere i mutilati ed i feriti. Senza considerare i civili morti soprattutto per le malattie, in particolare per la spaventosa epidemia di febbre spagnola.

La lapide di Dinazzano restaurata

Questa ricorrenza sarà celebrata anche a Casalgrande, dove è stata restaurata, a cura dell’amministrazione comunale, la lapide ai caduti della 1° guerra mondiale di Dinazzano.

Le celebrazioni del centenario si articoleranno in due eventi: sabato 3 novembre alle ore 19 in piazza Martiri, davanti al Monumento ai Caduti, gli Alpini, alla presenza delle autorità, ricorderanno il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, con la deposizione della corona ai caduti e la lettura di un documento inviato dall’Associazione nazionale Alpini a tutti i gruppi Alpini d’Italia.

Domenica 4 novembre sarà deposta una ghirlanda di fiori presso la lapide alla memoria delle vittime del conflitto presso la chiesa di Dinazzano, lapide il cui recupero e ripristino verrà presentato ufficialmente alla comunità dal Sindaco di Casalgrande. L’iniziativa avrà inizio alle ore 11con un momento liturgico cui farà seguito la commemorazione ai caduti alla presenza di alcuni famigliari delle vittime; prenderanno parte alla commemorazione: il gruppo alpini di Casalgrande e il coro La Baita di Scandiano. Per la comunità di Dinazzano questo evento rappresenta un momento particolarmente sentito e significativo.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *