Web-truffe di stagione: napoletano piazza 18 tonnellate di pellet, incassa 3 mila euro ma sparisce con soldi e merce

30/10/2018 – L’e-commerce cresce in modo esponenziale, e di pari passo aumentano le truffe on-line, contro le quali i Carabinieri reggiani sono particolarmente attivi: a loro si deve la scoperta di reti di malviventi che agiscono a livello globale.

Fra gli ultimi casi, quello di un napoletano denunciato per truffa e sostituzione di persona che ha messo in vendita sul web ben 18 tonnellate di pellet, salvo sparire dalla circolazione dopo aver incassato il prezzo pattuito, 3 mila euro, senza naturalmente inviare la merce.

al web-malviventi si è arrivati con le indagini seguite alla denuncia presentata da un uomo di 57 anni di Reggio Emilia:  questi durante una ricerca in rete aveva individuato una piattaforma che commercializzava pellet a prezzi convenienti. Per questo motivo, ignaro di trovarsi davanti al “clone” (o presunto tale) di un’azienda realmente esistente all’estero, ha ordinato 18 tonnellate di biomassa legnosa, versando 3.000 euro sul conto del sedicente direttore aziendale col quale aveva trattato l’affare via telefono.

Il suo bonifico è arrivato a buon fine, ma non la merce. E il fantomatico direttore intanto era irrintracciabile.

Resosi conto del raggiro, la vittima si è presentata  alla stazione Ccdi Albinea formalizzando la denuncia. Dopo una serie di riscontri i Carabinieri hanno accertato che un napoletano di 35 anni, beneficiario dei 3 mila euro e pure intestatario dell’utenza telefonica su cui era stata intavolata la trattativa,  si era probabilmente sostituito al vero imprenditore effettuando la vendita fantasma dell’ingente partita di pellet.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *