Esplosione nel silos, muore operaio
Tragedia all’ex inceneritore di Sesso

Silvio Sotgiu

8/10/2018 – Un operaio è morto nell’esplosione di un silos utilizzato per lo stoccaggio di “reflui industriali” non meglio precisati. La tragedia è avvenuta questa mattina durante lavori di manutenzione nell’ex inceneritore Iren di via Dei Gonzaga a Cavazzoli.

Sul posto sono accorsi subito i sanitari del 118, con automedica e ambulanza, e i vigili del fuoco, ma per l’operaio, impegnato in lavori di saldatura nel bombolone di acetilene, non c’era più stato nulla da fare. Non vi sarebbero altri feriti.

Tragedia sul lavoro all’ex inceneritore Iren di Sesso: il deposito crollato al suolo

La vittima è Silvio Sotgiu, di 43 anni,  di Sassari , dipendente della ditta Pellicciari srl: stava lavorando su un cestello elevatore ì, all’altezza di circa otto metri da terra. quando a causa dell’onda d’urto dell’esplosione è caduto con violenza a terra, ha battuto la testa ed è morto sul colpo.
Sono intervenuti carabinieri e polizia, che procede per i rilievi assieme agli uomini della Scientifica e al servizio di Prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro dell’Ausl di Reggio Emilia. Sul posto anche i tecnici Arpae per verificare eventuali dispersioni di gas. Iren a precisato che il silos era adibito allo stoccaggio di “reflui industriali”.

I 5 STELLE: “QUALE PIANO SICUREZZA ALL’EX INCENERITORE?”

“Esprimiamo profondo cordoglio per la morte di un operaio a causa di un drammatico incidente nell’ex inceneritore di Cavazzoli. Questa ennesimo incidente mortale sul lavoro accaduto in provincia di Reggio Emilia deve portare tutti ad una seria riflessione.

Con una interrogazione al Comune di Reggio Emilia chiediamo conto del piano sicurezza adottato dalla partecipata Iren Spa. Chiediamo di verificare le condizioni di sicurezza sul lavoro dell’impiantistica dell’ex inceneritore di Cavazzoli. Alla magistratura spetterà il compito di indagare se si è trattato di una tragica fatalità o ci sono state negligenze, ma trattandosi della più importante partecipata del Comune di Reggio Emilia occorre che la comunità come i lavoratori che operano nel sito siano informati.

Esiste infine un piano per smantellare l’ex inceneritore e riconvertire il plesso sito a ridosso del centro abitato di Cavazzoli? Quale il futuro dell’area? Chiediamo una riflessione seria e pacata sul tema. Lo dobbiamo a questo operaio” . Questa la nota diffusa dalla capogruppo del Movimento 5 Stelle Alessandra Guatteri e dal consigliere Norberto Vaccari.

IL CORDOGLIO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE 

“Il sindaco Luca Vecchi e l’Amministrazione comunale di Reggio Emilia, con profondo dolore, esprimono cordoglio ai famigliari e ai colleghi della vittima, per la tragica scomparsa del signor Silvio Sotgiu.

In attesa che le autorità competenti accertino le cause e la dinamica di quanto accaduto stamattina nell’area di stoccaggio di via dei Gonzaga a Villa Sesso, resta l’amara constatazione di una nuova ‘morte bianca’, il decesso di una persona intenta a svolgere il proprio lavoro: circostanza già per questo grave anche sul piano sociale, che non dovrebbe realizzarsi mai e che non si deve ripetere in nessun ambito”.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *