“Telecamere nelle scuole per l’infanzia e nelle case di riposo”: nuova richiesta in Regione dopo il caso dell’asilo Malaguzzi

3/9/2018 – Sistemi di videosorveglianza nelle scuole dell’infanzia e case di riposo. Lo chiede in un’interrogazione alla Giunta regionale il consigliere di Fratelli d’Italia Giancarlo Tagliaferri  dopo la notizia riportata del “provvedimento assunto dal Tribunale di Reggio Emilia nei confronti di un’insegnante della scuola comunale dell’infanzia Malaguzzi di Reggio Emilia indagata per maltrattamenti”. Le indagini, partite dalla denuncia di una madre, e supportate anche da intercettazioni ambientali audio-visive, avrebbero fatto scattare la sospensione e l’interdizione all’insegnamento per sei mesi della maestra.

“Già in una risoluzione del 29 maggio 2017 Fratelli d’Italia chiedeva al Parlamento l’emanazione di opportune norme di prevenzione” scrive Tagliaferri. Secondo il consigliere si potrebbero quindi individuare fondi specifici per introdurre nuovi sistemi di videosorveglianza nelle scuole dell’infanzia e case di riposo comunali o convenzionate.

La questione era stata sollevata, senza successo, anche nel caso della maestra indagata e sospesa dall’insegnamento per i fatti dell’asilo di Pratofontana, e per la scandalosa vicenda della casa protetta del comune di Correggio gestita da Coopselios.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *