Evade dai domiciliari, spedito
in carcere sorvegliato speciale

23/9/2018 – E’ da ieri in carcere alla Pulce il sorvegliato speciale Mirko Ferretti, 45 anni, vecchia conoscenza della mala reggiana, dopo essere evaso dagli arresti domiciliari.

L’inasprimento della misura cautelare, decisa dal Gip del Tribunale di Reggio Emilia, è stata eseguita ieri dai carabinieri.

Il 27 agosto l’uomo era stato sorpreso sulla sua auto davanti all’ufficio postale della Vecchia, in comune di Vezzano sul Crostolo con una bottiglia molotov con innesco e liquido infiammabile, una pistola scacciacani al quale aveva tolto il tappo rosso e alcuni oggetti atti al travisamento, tra cui una parrucca.

Ferretti, inoltre, era davanti all’ufficio postale – dove si ritiene che preparasse una rapina – in violazione della misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, decisa dal giudice a causa dei suoi precedenti.

Da qui, il 27 agosto,  l’arresto  con l’accusa di detenzione e porto di materiale esplodente e violazione delle i carabinieri avevano arrestato il 45enne Mirko FERRETTI, domiciliato a Reggio prescrizioni della sorveglianza speciale.Dopo la convalida era stato messo agli arresti domiciliari.

Tutavia pochi giorni fa, il 16 settembre, i carabinieri non lo hanno trovato in casa nel corso di un controllo di routine. E’ stato nuovamente arrestato per evasione, e a questo punto il giudice lo ha mandato in carcere.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *