Crollo ponte Morandi, appello Confedilizia: “Offrite per gli sfollati le seconde case sfitte in Liguria”

3/9/2018 – Confedilizia Reggio Emilia, attraverso la presidente Annamaria Terenziani, lancia un appello alle famiglie reggiane proprietarie di seconde case  in Liguria, in particolare in prossimità di Genova, perchè mettano a disposizione gli alloggi sfitti per le centinaia di famiglie sfollate da Rivarolo a seguito del crollo del ponte Morandi.

” Si stima che oltre 400 alloggi dovranno essere trovati, in tempi rapidi, per dare a queste persone una sistemazione dignitosa per il tempo necessario a mettere in sicurezza l’area – spiega Terenziani –  La Confedilizia nazionale, in collaborazione con la Confedilizia di Genova da una parte ha avviato una raccolta fondi tramite un conto corrente dedicato “Confedilizia per Genova” (Iban Banca Passadore: IT 13 O 03332 01400 000000961407) con invito ad effettuare versamenti liberi da devolvere alle vittime dirette e indirette del crollo del ponte Morandi e dall’altra, attraverso il coinvolgimento di tutte le sedi territoriali, invita i proprietari che hanno immobili sfitti (molti reggiani hanno investito in una seconda casa  in Liguria ed anche nelle zone più prossime a Genova) a fornire la propria disponibilità a stipulare contratti di locazione transitori a canone ridotto al minimo di fascia.

Il ponte Morandi crollato sopra le case di Rivarolo e di Campi, a Genova

La durata del contratto sarà da determinarsi d’intesa con il Comune e con i soggetti interessati e comunque per il tempo necessario a reperire idonea e definitiva sistemazione agli sfollati. Per tale attività la Confedilizia opererà in collaborazione stretta col Comune fungendo da intermediaria per raggiungere l’obiettivo prefisso.

Invitiamo pertanto gli interessati a volerci fornire l’elenco degli immobili che vorranno mettere in locazione a tali condizioni. E’ necessario specificare oltre l’ubicazione dell’immobile anche il numero di vani e categoria catastale allegando la planimetria. L’elenco degli immobili sarà trasmesso tramite la Confedilizia di Genova al Comune perché lo stesso possa mettere in contatto direttamente le parti”.

Anna Maria Terenziani

Confedilizia sarà a disposizione per qualsiasi informativa – conclude Terenziani – ” anche ed eventualmente in contraddittorio con i conduttori, e per dare assistenza agli associati che dovranno stipulare e che avranno stipulato il contratto prima e durante e dopo la stipulazione e per il compimento di tutte le operazioni connesse”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *