Odiosa estorsione ai danni di un invalido davanti al Magati di Scandiano
Denunciato delinquente di Castelnovo Sotto

10/8/2018 – Estorsione di piccola entità, ma particolarmente odiosa per le sue modalità, per il luogo e per la vittima designata,  nei pressi dell’ospedale Magati di Scandiano: un pregiudicato palermitano, domiciliato a Castelnovo Sotto, è stato denunciato alla procura per estorsione dopo aver sottratto le chiavi dello scooter a un invalido, e aver preteso trenta euro per restituirle.

Il fatto è accaduto l’altra mattina, quando un uomo di 55 anni di Casalgrande, invalido, ha raggiunto raggiunto l’ospedale scandianese in sella al suo scooter e ha parcheggiato negli stalli vicini del Pronto Soccorso. Quindi si è recato nel bar per prendere un caffè. All’uscita è tornato al motociclo,  motociclo è stato avvicinato da uno sconosciuto che con mossa fulminea ha preso le chiavi dal blocco di accensione e ha minacciato l’invalido: “O mi dai 30 euro o non ti restituisco le chiavi”. Il malcapitato, colto di sorpresa e impaurito,  ha tirato fuori il portafogli e ha pagato i 30 euro. Una volta tornato a casa, l’invalido ha chiamato il 112 e si è poi presentato alla caserma di Casalgrande, dove ha formalizzato la denuncia. L’allarme veniva girato anche ai carabinieri di Scandiano che insieme ai colleghi di Casalgrande hanno avviato le indagini partendo dalla minuziosa descrizione dell’estorsore fornita dalla vittima.

I militari scandianesi hanno così potuto indirizzare le indagini verso un pregiudicato di 33 anni, palermitano, senza fissa dimora ma con residenza anagrafica a Castelnovo Sotto: ciò grazie alle immagini dell’estorsione, registrate della telecamere di sorveglianza del complesso ospedaliero. Ma il malvivente era stato notato solo qualche giorno prima proprio davanti alla caserma di Scandiano.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *