“Ci avete traditi, sciopero”: striscione e scritte in strada a Rivaltella. Cresce la protesta dei dipendenti Ferrarini

21/8/2018 – Cresce la protesta fra i lavoratori del gruppo alimentare Ferrarini, da fine luglio in concordato “con riserva”. Questa mattina uno striscione con scritto “Ci avete traditi – Sciopero” è apparso all’inizio della strada che porta alla sede di Rivaltella. Scritte di protesta anche nell’asfalto, rivolte alla famiglia Ferrarini, subito cancellate. E’ stato rimosso anche lo striscione, che però più tardi è riapparso.

La sede del gruppo Ferrarini a Rivaltella

La situazione tra i personale è incandescente a causa degli stipendi arretrati. Questa mattina il commissario giudiziale Bruno Bartoli ha disposto i bonifici ai dipendenti relativi all’ultima settimana di luglio (quella di competenza del concordato). Restano congelate invece il 40% relativo al mese di maggio, tutta la mensilità di giugno e le prime tre settimane di luglio. E ciò in una situazione di collasso delle finanze del gruppo, nonostante gli aumenti di fatturato e l’espansione sui mercati, in cui al momento non sembrano profilarsi imprenditori a portare denaro fresco.

Il gruppo Ferrarini di Reggio Emilia, che controlla anche i salumifici Vismara, è dei figli del fondatore Lauro Ferrarini. Amministratore delegato è Lisa Ferrarini, vicepresidente nazionale di Confindustria.

In realtà a determinare le sorti di questo gioiello del food made in Italy  sono le banche e Sga, la bad bank del ministero dell’Economia dove sono confluiti i crediti della vecchia Popolare di Vicenza. L’indebitamento sarebbe vicino, se non superiore, ai 280 milioni di euro.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Paolo Rispondi

    22/08/2018 alle 04:17

    Sono dei fascisti figli di puttana!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *