Ex Reggiane, situazione surreale
Almeno settanta persone continuano a vivere nel degrado Di chi è la colpa?

DI CESARE BELLENTANI*
14/7/2018 – Abbiamo avuto questa settimana la riunione della commissione 3 (servizi sociali, sanità, assistenza) convocata su iniziativa delle opposizioni per avere aggiornamenti sulla situazione sociale delle persone presenti alle ex officine Reggiane.

La situazione è surreale. Apprendiamo che l’Amministrazione Comunale non conosce il numero dei residenti, anche se si stima dovrebbero essere una settantina, quasi tutti maschi, quasi tutti stranieri. Ultimamente sono state avvistate due donne, che hanno rifiutato di essere accolte in strutture. Nessun minore, si afferma, e speriamo vivamente sia la verità.

La situazione, ci dicono gli assessori Marchi e Sassi, è fluida, nel senso che alcuni vivono lì da alcuni anni, altri da poche settimane.  Pare che siano più o meno in regola, in qualche maniera, con qualche documento di soggiorno.

Affermano comunque dalla giunta che, trattandosi di area privata (appartiene ancora all’Immobiliare Fantuzzi) l’amministrazione è limitata nell’azione. Però si sta preparando un tavolo di studio per risolvere il problema.

Siamo in una situazione incredibile. Nella città delle persone accettiamo che da un punto di vista sociale esseri umani vivano al di sotto del livello di dignità, quando ci sarebbe la possibilità di offrire soluzioni più dignitose. Da un punto di vista igienico sanitario ci sono le premesse per ogni tipo di malattia. Ci dicono gli assessori che le persone presenti là non accettano di abbandonare questo luogo, e poi un consigliere del PD afferma che “non hanno scelta”. Taccio le problematiche di ordine pubblico, visto che in quell’area, completamente fuori da ogni tipo di controllo, potenzialmente potrebbe accadere di tutto. Quello che preme in questo momento è risolvere una posizione di degrado di tanti nostri simili.

Sono allibito. Ci si nasconde dietro la foglia di fico della proprietà privata, quando il proprietario, da me interpellato, ha risposto “figuriamoci se mi oppongo a interventi in quell’area occupata illegalmente da persone che non conosco…”.

E a distanza di anni non siamo ancora riusciti a risolvere il problema?

*Capogruppo Alleanza Civica LCM Consiglio Comunale Reggio Emilia

Condividi

Una risposta a 1

  1. paola Rispondi

    16/07/2018 alle 16:08

    il documento forse l’avranno perchè qualcuno gli avrà fornito una finta residenza, tanto nessuno controlla, si limitano a via turri …così oltre certe situazioni di degrado evidente come alle reggiane si somma altra illegalità e tasse evase (tipo la tari, che costa un botto )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *