Ancora incidenti in carcere: mega rissa tra magrebini, molti detenuti feriti

10/7/2018 – Ancora incidenti in un’area “aperta” del carcere della Pulce. Una violenta rissa tra detenuti di origine magrebina e’ scoppiata ieri sera nella casa circondariale di via Settembrini a Reggio Emilia, in una sezione aperta a vigilanza dinamica.

I fatti accaduti sono “molto gravi”, in una situazione riportata alla normalità solo con grossi sforzi.

I contendenti, sembra per futili motivi, utilizzando sgabelli ed altre armi improprie si sono colpiti con violenza e molti hanno dovuto fare ricorso alle cure dei medici del carcere.

Lo denunciano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del sindacato della polizia penitenziaria Sappe, e Francesco Campobasso, segretario nazionale.

“Per un considerevole lasso di tempo è stata messa a rischio la sicurezza e l’incolumità di molti di loro, oltre a quella degli operatori intervenuti. Solo grazie alla professionalità del personale di polizia penitenziaria già in servizio ed a quello intervenuto in supporto, con l’ausilio del comandante di reparto, si è evitato il peggio e sono stati ripristinati l’ordine e la sicurezza”, afferma il sindacato.

Alcuni detenuti sono stati trasferiti in altri istituti e tutti denunciati alla Procura reggiana. “I fatti accaduti sono molto gravi. A Reggio Emilia necessitano almeno 30 agenti nell’immediato”, chiude il Sappe.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *