Tecno di Gualtieri, schiarita in Regione: un socio si impegna per la compravendita

20/6/2018 – Impegno da parte di uno dei soci della proprietà di Tecno Srl di Gualtieri a formulare una proposta scritta e circostanziata per giungere rapidamente a un accordo di compravendita. Inoltre, la Regione ha già inviato al Ministero dello Sviluppo economico la richiesta di un tavolo nazionale per poter affrontare, con ulteriori strumenti, la grave situazione che vede coinvolti circa 300 lavoratori.

È questo quanto emerso oggi a Bologna, in viale Aldo Moro, nel corso di un incontro del tavolo di salvaguardia occupazionale per la Tecno srl (ex Tecnogas), convocato dall’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi, con il sindaco di Gualtieri Renzo Bergamini, le rappresentanze sindacali di Fiom-Cgil e Fim Cisl nonché i rappresentanti della proprietà. Anche su sollecitazione delle rappresentanze dei lavoratori, l’assessore Costi,  per consentire a ciascuno di realizzare gli impegni presi, ha annunciato che riconvocherà le parti entro la metà di luglio.

Regione e Comune di Gualtieri hanno sollecitato “a trovare in tempi veloci e con spirito di collaborazione un accordo, garantendo massima disponibilità per giungere a una soluzione rapida che possa consentire di mettere in sicurezza l’attività produttiva, l’azienda e i lavoratori”.

Intanto nel question time di oggi alla Camera, il neo deputato 5 Stelle Davide Zanichelli ha ha illustrato la situazione della Tecno, che coinvolge ben trecento famiglie della bassa, presentando la propria interrogazione al governo.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *