Reggiana, ultima chiamata: senza aiuti i Piazza pagano l’iscrizione, ma alla serie D

25/6/2018 – Al momento attuale la prospettiva per la Reggiana è l’iscrizione al campionato di serie D. Insomma ripartire da zero, o quasi, nell’anno del centenario granata, e sempre che il club non finisca con i libri in Tribunale.

Alicia Piazza

L’opzione serie D sarà giocata dai Mike e Alicia Piazza, se non si farà avanti nessuno per rilevare la società o affiancare concretamente la famiglia americana che si è letteralmente svenata per mandare avanti la squadra portandola ai play off per la B (scippati all’ultimo momento dall’arbitro di Siena-Reggiana) e ristrutturare la società, oggi considerata un “modello” dalle autorità federali.
La situazione ha subito una brusca svolta verso il baratro domenica mattina, quando la vicepresidente Alicia Piazza ha  convocato il tifo organizzato (Gruppo Vandelli Teste Quadre) per annunciare che fatti salvi gli stipendi al 31 maggio, che saranno pagati nella giornata di domani 26 giugno,  la famiglia non è disposta a spendere un centesimo in più, e al massimo potrà iscrivere la squadra alla serie D.
Ciò significherebbe a l’altro perdere ance la possibilità di un ripescaggio per la B.
Alicia Piazza ha chiesto un nuovo incontro al sindaco Vecchi (oggi si riunisce anche il consigio comunale) per verificare se vi sia davvero una volontà di alcuni imprenditori reggiani di venire in soccorso della Reggiana.

Lady Piazza fa un selfie col marito e il Sindaco Vecchi.

Il comunicato emesso venerdì dal primo cittadino era sufficientemente generico per capire che la vicenda è ancora in alto mare, mentre mancano mai 5 giorni alla fatidica scadenza dell’iscrizione al campionato.

La Reggiana sembra entrata in un pericolosissimo circolo vizioso: da un lato in Piazza chiedeno che qualcuno si faccia càrico subito dei 400 mila euro (60 mila cash e il resto in fideiussioni) per l’iscrizione al torneo di Lega Pro, dall’altra gli imprenditori ” volenterosi” , confermata la loro buona volontà, vogliono prima esaminare i conti del club per incappare  nella classica  tagliola finanziaria. Tuttavia mancano i tempi tecnici per una due diligence adeguatamente approfondita, e di conseguenza – di onte all’incombere della scadenza del 30 giungo – la disponibilita dei quattro imprenditori al momento è solo a parole.
Possibile che non vi sia la strada, come proposto da Del Bue, per far anticipare i 400 mila euro ma senza far esporre ulterioremente gli investitori nel club granata? Superato lo scoglio dell’iscrizione molte cose diventerebbero possibili, in caso contrario sarebbe la fine per tutti: per i soldi dei Piazza, il futuro della Reggiana, la credibilità degli imprenditori.

Intanto oggi Mike Piazza rientra dagli States: e se fosse lui a portare la soluzione?

Condividi

Una risposta a 1

  1. Giovanna Rispondi

    25/06/2018 alle 11:54

    Speriamo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *