Iren Rinnovabili cambia pelle
e nome: diventa “Smart Solutions”

15/6/2018 – Iren Rinnovabili cambia pelle e in breve tempo diventerà Smart Solutions. La mission resta la stessa, semmai sarà più incisivo il controllo dei vertici del gruppo Iren. La ristrutturazione della società reggiana guidata dall’avvocato Ettore Rocchi, e impegnata col Comune di Reggio nella realizzazione del parco Innovazione nelle ex Reggiane,  è stata confermata questa mattina dall’amministratore delegato del gruppo Iren Massimiliano Bianco, a margine del convegno di presentazione di Smart Solutions, prima tappa di un road show che continuerà a Torino il 20 giugno per concludersi a Genova il 29.

Massimiliano Bianco

Bianco ha dichiarato che “entro poche settimane, o pochi giorni”, Smart Solutions diventerà una società autonoma, sempre del gruppo Iren, e nella quale “saranno riunite tutte le funzioni in materia di energie rinnovabili ed efficienza energetica sparse in varie società del gruppo”. Alla fine del
percorso, Iren Rinnovabili verrà incorporata nella nuova società. O comunque sarà Iren Rinnovabili a incorporare Smart Solutions assumendone il nome: la sostanza è la stessa. “La società continuerà ad avere sede a Reggio Emilia”, ha aggiunto Bianco.

In merito al controllo di Iren Rinnovabili, l’a.d., ha detto che la società è comunque al 100% del gruppo Iren, con quote in capo a Iren Energia e Iren Mercato.  Così com’è al 100% di Iren
l’indebitamento di Rinnovabili. “E i debiti, purtroppo vanno pagati”, ha chiosato Bianco da buon genovese, senza peraltro specificare l’entità complessiva.
Una domanda aleggia sulla sfondo della ristrutturazione: se Iren Rinnovabili evolve rapidamente in Smart Solutions, confermerà gli impegni per il tecnopolo, in particolare nella società pubblica Stu Reggiane di cui detiene il 30%? A deciderlo in prossimo futuro saranno i vertici del gruppo e in definitiva i soci del patto di sindacato, dove politicamente oggi Reggio Emilia (Luca Vecchi è rimasto l’unico sindaco Pd) è in minoranza.

Interno del Tecnopolo

 

Comunque una ristrutturazione soft, senza troppi scossoni,dettata da un lato da una scelta industriale, dall’altra di riassorbire nel gruppo un indebitamento da investimento che ha assunto dimensioni notevoli. Non a caso, Iren Rinnovabili per la prima volta è entrata nell’orizzonte del consolidamento economico all’interno del gruppo.

Come anticipato da Reggio Report, l’a.d. di Smart Solution sarà Paolo Bonaretti, che si è dimesso da direttore di Aster (ruolo ricoperto per più di 25 anni) ed è già assunto nel gruppo Iren. che l’operazione sia ancora in itinere, lo conferma il fatto che nel primo invito al road show, Paolo Bonaretti era indicato come amministratore delegato di Smart Solutions, ma in una versione successiva la sigla AD è scomparsa. Ma è, appunto, questione di giorni.

Al road show, andato in onda questa mattina nella sala del Tecnopolo col patrocinio dell?ordine degli Ingegneri di Reggio, era presente lo stato maggiore della multiutility al gran completo: Massimiliano Bianco, il presidente Paolo Peveraro, il vicepresidente Ettore Rocchi. Sono intervenuti anche l’assessore regionale Palma costi, il presidente di Enea Federico Testa e il sindaco di Reggio Luca Vecchi.

Il road show

“Il lancio di Iren Smart Solutions – sottolinea una nota del gruppo – si pone “in continuità con la profonda esperienza e le competenze  già maturate con Iren Rinnovabili”. La nuova società “opererà nei settori dell’efficienza energetica, con focus particolare alla riqualificazione energetica di edifici privati e pubblici e alla gestione integrata di impianti elettrici e tecnologici di patrimoni immobiliari complessi, ma anche fotovoltaico e sistemi di produzione di energia termica, illuminazione pubblica e illuminazione artistica”. Inoltre “si occuperà di progettare, finanziare, installare e gestire in full service sistemi e impianti che consentano una riduzione dei consumi energetici e generino vantaggi economici concreti e duraturi”.

“Iren Smat Solutions è una risposta concreta al bisogno di innovazione in un ambito, quello del risparmio energetico – ha sottolineato il presidente di Iren Paolo Peveraro – che da sempre vede la nostra azienda in prima linea. In materia di sostenibilità, la nuova realtà del Gruppo costituirà una risposta concreta nel proporre soluzioni tecnologiche e contrattuali innovative in una logica di semplificazione e trasparenza, a tutto vantaggio dei clienti e del territorio”.

“La salvezza della Patria sta nel lavoro e nella disciplina”: la scritta dei tempi del fascismo recuperata al Tecnopolo

Condividi

Una risposta a 1

  1. Paolo Rispondi

    15/06/2018 alle 16:58

    Massimiliano Bianco. A Bari indagato per smaltimento illecito di rifiuti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *