Trimestrale Iren: ricavi oltre il miliardo, utile netto 103,2 milioni

13/5/2018 – E’ continuata  anche nei primi 3 mesi dell’anno la crescita de gruppo  Iren. Il Consiglio di amministrazione della multiutility ha approvato i risultati consolidati al 31 marzo 2018 con ricavi pari a 1,06 miliardi di euro in crescita dell’1,8%, Ebitda a 269,2 milioni di euro (+1,6%) e utile netto a 103,2 milioni di euro (+2,6%), indicatori operativi che, secondo il Presidente Paolo Peveraro, “sottolineano la capacità di IREN di adattarsi a scenari non particolarmente favorevoli grazie anche alle importanti iniziative volte a una maggiore efficienza, messe in atto negli ultimi anni e che, unitamente al costante incremento degli investimenti, enfatizzano il ruolo di motore di sviluppo che il Gruppo riveste per i propri territori di riferimento”. Peveraro sottolinea anche  “l’accresciuta capacità attrattiva” del gruppo che ha consentito la chiusura, ad aprile, dell’integrazione con ACAM La Spezia”.
Torre Iren di Reggio Emilia, via einstein

Torre Iren di Reggio Emilia, via einstein

L’ indebitamento è in calo  di circa 57 milioni di euro “grazie alla robusta generazione di cassa che ha permesso di coprire agevolmente gli investimenti in forte crescita (+45%), pari a 67,5 milioni di euro.”
A sua volta l’a.d. Massimiliano Bianco sottolinea “una costante attenzione verso le tematiche di sostenibilità ambientale, la cui importanza è testimoniata dal lancio nell’aprile di quest’anno di “IREN GO”, un importante progetto legato alla mobilità elettrica e dall’ottenimento del rating di sostenibilità B- (Prime) da parte di ISS-OEKOM, una delle maggiori società internazionali indipendenti operanti in tale settore. Ancora più orgogliosi ci rende il fatto che delle 163 utility sottoposte a rating da parte di ISS-OEKOM, solo il 13% abbia ottenuto un giudizio uguale o superiore a quello ottenuto dal Gruppo”
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *