“Foro Boario ed ex-Reggiane: da 4 anni sindaco e Giunta incapaci di risolvere i problemi dei cittadini”

di Alessandra Guatteri*

10/4/2018 – Quanto successo negli ultimi giorni nella nostra città non fa che confermare l’immobilismo incomprensibile di questa Giunta PD.

Commentare dal punto di vista politico quello che succede a Reggio Emilia è ormai un continuo rimarcare l’incapacità di chi ci amministra di ammettere e risolvere i problemi dei Reggiani .

 Al Foro Boario da anni i Cittadini segnalano la presenza di camper che stazionano in  maniera permanente.
Più volte la stampa se ne è occupata e la situazione  era al limite della decenza, come testimoniavano le foto pubblicate da tutti i giornali tra il 10 e l’11 di febbraio del 2017.
Inaccettabile, quindi, che fino al 26 marzo di quest’anno  ancora non fosse stata emessa l’ordinanza per vietare la sosta nel parcheggio del Foro Boario per più di 24 ore e che  ancora non fosse stata installata l’apposita segnaletica verticale.
Degrado e desolazione nei capannoni ex Reggiane

Degrado e desolazione nei capannoni ex Reggiane

Alle ex Reggiane da anni tutti sanno che ci vivono delle persone nel più ampio degrado e questo era stato più volte comunicato in Comune.
Addirittura il 20 maggio del 2016 noi Consiglieri Comunali con la I Commissione andammo a fare un sopralluogo sul cantiere delle ex Reggiane, accompagnati dal dirigente e dall’Assessore  e in quell’occasione incontrammo due gruppi di extracomunitari che vivevano in due stabili con tanto di bagaglio e radio con la musica.
Neanche questo era bastato perchè il Sindaco e la giunta prendessero in carico il problema.
Tutto questo dimostra ancora una volta che negli ultimi 4 anni Reggio è stata governata da un Sindaco e da una Giunta incapaci di risolvere i problemi quotidiani dei cittadini, che sono sempre passati in secondo piano rispetto a progetti discutibili e solo di facciata.
Capogruppo Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *