Foro Boario sgombrato dai camper
Decine di nomadi via da Reggio

14/42/2018 – Si deve alla determinazione del questore Antonio Sbordone se oggi il Foro Boario di Reggio Emilia, diventato da molto tempo campo nomadi abusivo, ora è stato liberato da camper e roulotte e bonificato. Ciò dopo innumereevoli proteste, petizioni per lo più inascoltate, ma anche aggressioni e intimidazioni (a farne le spese nei giorni scorsi anche una cronista della Voce di Reggio e uno della Gazzetta di Reggio). Questa mattina, a conclusione di una serie di servizi straordinari attivati nel corso di una settimana, si è accertato che tutti i camper hanno lasciato il Pàrcheggio scambiatore di via Fratelli Manfredi. Di conseguenza le pattuglie sono intervenute in altri punti di Reggio.questore 1
Sono stati ispezionati cinque camper, con 22 persone di nazionalità croata a bordo che stavano abbandonando la città. 
In via Due Canale è stato perquisito un camper con altri cinque croati, a bordo del quale sono stati trovati 2 orologi e cinque anelli “di valore rilevante” , dei quali gli occupanti – tutti portati in questura per accertamenti – non hanno saputo spiegsre la provenienza. 
In piazzale Azzurri d’Italia invece una coppia bosniaca residente a Modena è stata  controllata mentre dormiva in un furgone Fiat Doblò: erano a Reggio per una visita ginecologica alla moglie incinta. L’uomo e in Italia clandestino, ed è stato denunciato per inosservanza dell’ordine del questore di Modena di lasciare il territorio nazionale. A suo carico è stato emesso un nuovo decreto di espulsione. 
A seguito dei controlli avvenuti in mattinata, sono in corso di emanazione sei fogli di via obbligatori. Infine è stato identificato il nomade responsabile delle minacce nei confronti del reporter della Gazzetta.
I controlli e la bonifica del Foro Boario contineranno per tutta la prossima settimana. 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *