Scontro sullo stadio, tifosi in corteo
a sostegno della Reggiana

24/3/2018 – I tifosi della Reggiana fanno sentire la loro voce a fianco di Mike e Alicia Piazza e soprattutto a fianco di una squadra letteralmente bistrattata dalla proprietà dello stadio Mapei – Città del Tricolore.
I tifosi hanno indetto un corteo, senza precedenti, con raduno oggi pomeriggio alle 16 allo stadio Mirabello e partenza alle 16,30 per il centro cittadino sino a piazza San Prospero. E’ prevista una grande partecipazione, dopo le denunce pubbliche di Alicia PIazza sia sulle vicende contrattuali dell’acquisizione del club granata da parte della coppia americana, sia sul presunto immobilismo del sindaco Vecchi.
La Reggiana è costretta a pagare un canone circa 250 mila euro all’anno per giocare le sole partite interne di serie C al Mapei. La cifra raggiunge facilmente il mezzo milione per le spese aggiuntive, comprese le strutture per gli allenamenti.
La Reggiana cerca un accordo perchè la cifra è insostenibile, e se non lo troverà sarà costretta ad andare a giocare altrove. Tuttavia la proprietà sottovaluta il fatto che la convenzione originaria dello stadio, se le carte non sono cambiate strada facendo, riconosceva alla Reggiana il diritto di giocare lì per 99 anni. La conseguenza è che se fosse
costretta ad andarsene dalla pretesa di un affitto insostenibile, l’attuale proprietà dello stadio potrebbe essere chiamata a rifondere danni stratosferici.

Il passaggio delle frecce tricolori sullo stadio di Reggio Emilia

Il passaggio delle frecce tricolori sullo stadio di Reggio Emilia


Intanto oggi alla manifestazione dei tifosi ci sarà il gruppo consiliare 5 Stelle al gran completo. Non mancherà anche l’ex consigliere Giacomo Giovannini, vicepresidente di Grande Reggio.
Striscione esposto dai tifosi della Reggiana in via Gramsci

Striscione esposto dai tifosi della Reggiana in via Gramsci

La Lega Nord invece annuncia un convegno per lunedì con la partecipazione di Franco Dal Cin, che costruì lo stadio negli anni 90 col sostegno del Comune, quando sindaco era Antonella
Spaggiari, e col neo deputato reggiano Gianluca Vinci.

Alicia Piazza col marito Mike

Alicia Piazza col marito Mike

I 5 STELLE: PERCHÈ SAREMO AL CORTEO DEI TIFOSI

“Sabato 24 marzo una delegazione di consiglieri comunali (senza alcun simbolo politico) del Movimento 5 Stelle parteciperà alla manifestazione promossa dai tifosi organizzati dalla Reggiana calcio.

Al Movimento 5 Stelle non interessano  le polemiche dei giorni scorsi tra la attuale proprietà della Reggiana 1919 e la famiglia Squinzi proprietaria del Sassuolo e dello stadio.
E’ però innegabile, come sostengono i tifosi granata, che l’unica vera squadra che rappresenta questa città nel calcio professionistico sia l’Ac Reggiana 1919.
La maggioranza politica che governa Reggio, negli ultimi anni ha ritenuto la Reggiana come qualcosa di marginale e superfluo. In passato,  da Delrio e Spaggiari la Reggiana è stata addirittura utilizzata come contenitore di giochi politico-edilizi.
Ma 100 anni di storia sportiva non possono e non devono essere cancellati. Tutto questo è inaccettabile, come è inaccettabile che il sindaco Vecchi non abbia fatto  sentire la sua decisa voce sulla questione stadio.
Vecchi si è totalmente dimenitcato che lo stadio Città del Tricolore-Giglio (lo ricordiamo ancora con questo nome) è stato costruito con l’apporto determinante dei tifosi della Reggiana. Non può diventare oggetto di trattative
esclusivamente basate sul ‘dio denaro’ dove qualcuno impone la legge del più forte.  Trattative che non fanno che danneggiare i tifosi granata.
 Un sindaco che rappresenta una città che ha fatto del valore sociale, della comunità il suo valore non si può comportare come un ‘Re tentenna’ qualunque.
Per noi, che giochi in serie C , in serie B o serie A la maglia granata rappresenta l’orgoglio storico sportivo di Reggio Emilia”. Gruppo consiliare 5 Stelle Reggio Emilia.

LEGA NORD LUNEDÌ AL POSTA CON DAL CIN E IL NEODEPUTATO VINCI

“Lunedì 26 marzo alle ore 21 presso l’Hotel Posta ci troveremo
per ribadire ancora una volta che occorre trovare una soluzione a questa situazione controversa e l’intervento di chi ci amministra e ha la delega allo sport, cioè il Sindaco, è basilare per mettere al tavolo le due parti. Sottolineiamo con forza che il Sindaco non può liquidare la situazione dicendo che è una “questione tra privati” perché anche sabato, quando ci saranno migliaia di persone nel centro di Reggio
Emilia, si avrà l’ennesima prova che questa è una questione di interesse pubblico. Ospite d’eccezione a questa serata sarà l’ex Presidente della Reggiana Franco Dal Cin, colui che si può definire il padre dell’ex Stadio Giglio, che tornerà a Reggio dopo tanti anni. Ci racconterà la sua idea e il suo punto di vista sulla situazione attuale e sulla sua idea lungimirante, forse arrivata troppo presto. Ora tutte le società di calcio puntano sullo stadio di proprietà per avere un guadagno e la Reggiana questo l’aveva pensato oltre 25 anni fa e chi amministrava non ha mai capito il potenziale
economico che poteva attrarre quell’idea. Oggi siamo di fronte alla stessa situazione, con un’amministrazione cittadina che è incapace di capire le potenzialità di avere nella nostra città una persona come Mike Piazza. La Reggiana oggi si trova nella condizione di valutare, tra le varie ipotesi, anche quella dell’addio alla propria città e questa sarà da evitare in ogni modo perché la Reggiana è patrimonio di Reggio Emilia alla pari di tanta altre. Tra i vari interverranno anche l’On. Gianluca Vinci e il giornalista Enrico Lusetti.” Matteo Melato, Vice segretario provinciale Lega Nord.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *