Saranno murati i capannoni ex-Reggiane
Si sono accorti della città clandestina di Reggio

30/3/2018 – Dopo le denunce della Voce di Reggio Emilia sulla “città clandestina”  nel cuore di Reggio, e il ferimento di due gambiani nell’area dell’ex reggiane (il feritore non è stato ancora catturato) qualcosa si muove dopo anni per riportare la legalità del grande complesso industriale abbandonato nel cuore di Reggio. Nella riunione del comitato provinciale Ordine e Sicurezza pubblica, è stato finalmente decisa una prima bonifica igienico sanitaria con la contestuale interdizione delle aree risanate, ovvero la chiusura dei capannoni e la sorveglianza della area di oltre 25 ettari (pari a cinquanta campi da calcio).

Il Prefetto Maria Forte col presidente della Provincia Manghi

Il Prefetto Maria Forte col presidente della Provincia Manghi

Il comitato, presieduto dal Prefetto di Reggio Emilia, Maria Forte, si è riunitO mercoledì 28 marzo, alla presenza dei vertici provinciali delle Forze di Polizia, del Presidente della Provincia, del Sindaco di Reggio Emilia, del vice sindaco e degli assessori al ramo del Comune di Reggio Emilia.

Ecco come è ridotta l'area delle docce alle ex Reggiane

Ecco come è ridotta l’area delle docce alle ex Reggiane

“Il Comitato – si legge in una nota diffusa oggi dalla Prefettura – ha inizialmente riservato l’attenzione alla situazione presente presso l’area industriale delle ex Officine Reggiane, che versa in una condizione di degrado e di abbandono ed in cui si registra la presenza di abusivi.

REGGIANE 8

La questione, particolarmente complessa per la dimensione dell’area (ca 250.000 mq.) e per la connotazione privata della proprietà, è stata oggetto di approfondimento da parte del Comitato in precedenti riunioni, allo scopo di individuare possibili misure per evitare che da essa possano derivare conseguenze sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Ex-Reggiane

REGGIANE 7

REGGIANE 5Si è così valutato “che i primi necessari interventi dovranno essere di natura igienico-sanitaria, finalizzati in sostanza ad una generale bonifica del sito, con la contestuale interdizione delle zone risanate, onde scongiurare il nascere di nuove situazioni di degrado. Ulteriori approfondimenti sono, altresì, stati avviati con riferimento alle occupazioni abusive per individuare soluzioni alloggiative alternative ed idonee”.

Il tavolo ha inoltre messo a punto i dispositivi di sicurezza da attuare a Reggio Emilia ed in provincia, in occasione delle  festività pasquali, con il consueto aumento  aumento traffico  su tutte le principali arterie stradali ed autostradali.

reggiane 2

“Il Prefetto ha sottolineato l’esigenza di implementare in tema di sicurezza stradale l’attività di prevenzione e di controllo per contrastare comportamenti illeciti (guida in stato di ebbrezza, violazione dei limiti di velocità, utilizzo del cellulare) ed infine il corretto uso delle cinture di sicurezza.

Particolare attenzione è stata rivolta ai luoghi di culto, di aggregazione e di interesse turistico, ed a tale riguardo è stata programmata un’intensificazione dell’azione di controllo coordinato, anche in collaborazione con le Polizie Locali, in tutto il territorio della provincia,

I dispositivi, nel complesso, mirano a salvaguardare l’ordinato svolgimento delle feste e sono orientati ad aumentare il livello di sicurezza, anche percepita, dai cittadini.”

Condividi

4 risposte a Saranno murati i capannoni ex-Reggiane
Si sono accorti della città clandestina di Reggio

  1. susanna Rispondi

    30/03/2018 alle 13:59

    ma come? non c’erano in arrivo(???) barconate di euro dalla UE?https://www.reggiosera.it/2017/12/ex-reggiane-finanziamenti-statali-piu-vicini/236468/

    • Diotima Rispondi

      31/03/2018 alle 09:10

      Il paese degli arlecchini dei due padroni l’Italia..
      La città carnacialesca ci va a nozze..
      che orrore..

  2. Giorgio Rispondi

    31/03/2018 alle 14:40

    Inconfondibile Gio, ben detto.

  3. Paolo Rispondi

    01/04/2018 alle 06:29

    Basta con questa giunta di incompetenti fuori di cranio fanno Delle cose assurde come le piazze di merda in pietra e non risolvono i problemi veri di Reggio: negri ovunque ladri degrado disoccupati in aumento stipendi da fame per tutti tranne che per i dirigenti comunali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *