Giochi e spettacoli nel mondo antico, convegno archeologico internazionale alla Far di Reggio
E’ curato da Paolo Storchi, anche con i soldi vinti all’Eredità

23/3/2018 – Alcuni anni fa il giovane studioso reggiano Paolo Storchi, un vero mago nell’esame delle cartografie antiche, individuò in fondo al parco del Popolo, all’incrocio tra la circonvallazione e viale Allegri l’area in cui sorgeva l’anfiteatro romano di Reggio Emilia. Successivamente la scoperta è stata certificata dalle indagini geofisiche condotte da un’equipe coordinata dal professor Forte della Duke University.

Poi Storchi ha scoperto l’anfiteatro, il circo e il teatro romano di Palermo,e ha promosso gli scavi della Sapienza e dell’università di Ostenda (Danimarca) a Taneto di Gattatico, alla ricerca anche lì di un anfiteatro: scavi ampliati, nella seconda campagna del 2017 al Castellazzo di corte Rainusso, all’originario villaggio celtico, a possibili resti di una strada romana e che infine, proprio nel campo della Bertana dove si ipotizza l’esistenza di un anfiteatro, ha permesso di portare alla luce due sepolture tardo antiche.n Nel frattempo sono stati scoperti anche gli anfiteatri di Barcellona, Volterra e recentemente a Ozzano dell’Emilia, oltre alle ri-scoperta delle arene di Bologna.

Paolo Storchi sullo scavo di Taneto

Paolo Storchi sullo scavo di Taneto

Insomma, sui è aperta  stagione felice per gli studi e gli scavi nel campo del divertimento nell’antichità.

E proprio Reggio Emilia ospita sabato 24 marzo un convegno internazionale di studi, con la partecipazione di studiosi inglesi, svizzeri, spagnoli e italiani, nel quale saranno presentate le più importanti novità  sul tema degli spettacoli e dei giochi nel mondo antico.

Il convegno, curato proprio da Paolo Storchi, è organizzato col contributo della Far-studium regiense e della società reggiana di Archeologia. Inoltre Storchi stesso contribuisce con una parte del premio vinto al quiz televisivo ;L’Eredità, dove si era presentato proprio per sostenere gli scavi di Taneto.

Paolo Storchi all'Eredità

Paolo Storchi all’Eredità

Una giornata quanto mai ricca di spunti e di contributi scientifici, con curiosità, conferme e sorprese dal “mondo di sotto”: dai nuovi approcci di ricerca, come la geofisica e le ricostruzioni tridimensionali, all’anfiteatro individuato “scendendo in cantina”, dai ludi gladiatori agli agoni atletici, senza dimenticare i proverbi inventati da greci e romani per parlare del “mondo dello spettacolo” e le nuove prospettive dall’America precolombiana.
Il convegno, dalle 9,30 sino a sera, è ospitato nella sede della Far Studium Regiense (Oratorio della Trinità, via San Filippo 14 Reggio Emilia). Vi partecipano, come accennato  studiosi di prestigiosi atenei italiani e stranieri e di archeologi pubblici e privati (tra cui quelli delle Soprintendenze Archeologia, belle arti e paesaggio di Bologna, Mantova e Pisa). Davvero un appuntamento da non perdere, aperto agli appassionati, agli storici, ai semplici curiosi di storie reggiane.
«Giochi e spettacoli nel mondo antico. Problematiche e nuove scoperte»
IL PROGRAMMA DEL CONVEGNO 

• 9.30 Saluti di C. Baldi (Presidente della Fondazione F.A.R. Studium Regiense) e delle Autorità) via San Filippo 14 a Reggio Emilia
• 10.00 Inizio dei lavori

I sessione: Novità dall’Italia. Fra scavi, fonti antiche e nuove tecnologie
Moderatore Roberto Macellari (Università di Parma)

• 10.15: C. Calastri (AnteQuem; Archeoimprese), Archeologia di cantina: la scoperta dell’anfiteatro di Bologna
• 10.35: R. Curina, M. Molinari, C. Negrelli (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Ferrara e Reggio Emilia), Dalla fotografia aerea allo scavo archeologico: il teatro romano di Claterna
• 10.55: E. Sorge (Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Pisa e Livorno), La scoperta dell’anfiteatro di Volterra
• 11.15: R. Tosi (Università di Bologna), I Proverbi antichi riguardo gli spettacoli ed i giochi
11.35 Coffee break
• 11.55: P. Blockley; G. Mete (Ra.Ga s.r.l.), M. Camorani (G.S.T. srl), P. Storchi (Sapienza Università di Roma-Scuola Archeologica Italiana ad Atene), Elementi di novità dal reggiano
• 12.15: D. Dininno (Università di Pisa), Il Circo Massimo nell’ambito urbanistico della Regio XI
• 12.35: L. Marsicano, S. Onofri (Sapienza Università di Roma), M. Montanari (Open History Map), Interagire con il passato: il caso del circo di Massenzio

12.55: Lunch

II sessione: Nuove prospettive nella ricerca italiana
Moderatore Stefano Maggi (Università di Pavia)

• 14.15: M. Bianchini (Università della Campania L. Vanvitelli), Il ruolo dell’opus caementicium nel processo evolutivo dell’architettura anfiteatrale
• 14.35: G. Legrottaglie (Università Cattolica di Milano), L’anfiteatro di Milano fra città e ager
• 14.55: M. Balbo (Università di Torino), P. Storchi (Sapienza Università di Roma-Scuola Archeologica Italiana ad Atene), Divertirsi nelle campagne. Il curioso caso dell’ ”Ager Saluzzensis”
• 15-15: S. De Francesco, S. Jorio (Soprintendenza archeologica per le province di Lodi, Cremona e Mantova ), G. Mete (Museo archeologico di Laus Pompeia), L’anfiteatro di Laus Pompeia, tra scavo e geofisica
• 15.35: D. Iacobone (Politecnico di Milano), Il destino degli anfiteatri dopo l’antichità, nuovi dati

III sessione: Principali novità dalle Province dell’Impero e fuori dal mondo romano
Moderatore Damiano Iacobone (Politecnico di Milano)

• 16.15: T. Wilmott (English Heritage), Anfiteatri e campi militari in Britannia
• 16.35: T. Hufschmid (University of Basel), Giochi e svago nella Svizzera romana
• 16.55: D. Bomgarder (University of Winchester), Una rilettura del concetto di anfiteatro nel mondo romano
• 17.15: J. Sales-Carbonell (Universitat de Barcelona), Ipotesi di riconoscimento dell’anfiteatro di Barcino.
• 17.35 G. Carosi (Sapienza Università di Roma), Edifici da spettacolo in area maya, un’analisi topografica

 

 

Be Sociable, Share!

3 risposte a Giochi e spettacoli nel mondo antico, convegno archeologico internazionale alla Far di Reggio
E’ curato da Paolo Storchi, anche con i soldi vinti all’Eredità

  1. mario Rispondi

    23/03/2018 alle 16:45

    Bravissimo il nostro dott. Paolo Storchi ed eccezionale l’ottima giornata di studio internazionale.
    Complimenti anche a FarSR che ospita il convegno.

  2. giuseppe Rispondi

    23/03/2018 alle 16:47

    Grazie Ghiggini
    sempre attento ad iniziative culturali di alto livello nella nostra città.

  3. Giovanni Maria Rispondi

    25/03/2018 alle 17:13

    E’Stata una giornata veramente splendida per il mondo culturale reggiano.
    Ero presente e vi assicuro che i commenti dei molti presenti è stato di
    positiva ammirazione.
    Un Grandissimo Grazie a Paolo Storchi .
    Tante grazie alla FAR di REGGIO.
    Complimenti a tutti….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *