Carlo Baldi, non solo commercialista, festeggia il 45° dello studio
Concerto al Valli e un concorso contro l’inquinamento di Reggio

26/3/2018 – Negli anni 70 fece una scelta controcorrente: lasciò il movimento cooperativo dopo una carriera di 15 anni che già nel 1966 lo aveva portato alla vicepresidenza del Ccpl, e decise di mettersi in proprio come dottore commercialista.

Cominciò così, in un piccolo studio in via Berta e con stipendi piuttosto ballerini, l’avventura di Carlo Baldi nel mondo economico locale. Oggi, a distanza di 45 anni, lo studio Baldi & Partners (avvocati e commercialisti) è non solo la realtà professionale più grande e accreditata della città, con 18 associati e un totale di 59 componenti a vario titolo,  ma uno snodo strategico per gli affari di Reggio e di buona parte dell’Emilia.

Per questo la festa del 45° dello Studio Baldi è una festa della città: il concerto al teatro Valli, offerto dallo studio, martedì 27 alle ore 21, con i Solisti Filarmonici Italiani- un grande nome sulla scena internazionale –  è esaurito in ogni ordine di posti.

E sempre per celebrare l’anniversario la fondazione Studio Baldi onlus lancia il concorso No Smog per tesi di laurea e un progetto di ricerca, aperto ai laureandi e ai dottorandi di tutte le università italiane, sul tema “Risanare le città: idee e progetti per risolvere il problema dell’inquinamento, migliorare l’ambiente e produrre energia pulita, con particolare riferimento alla città di Reggio Emilia e alla sua provincia”. In plio quattro premi: da 3 mila, 2 mila e mille euro per le tesi, e da 4 mila euro per la ricerca. 

Da sinistra Francesca Baldi e Carlo Baldi alla conferenza stampa di presentazione del concerto per il 45° dello studio

Da sinistra Francesca Baldi e Carlo Baldi alla conferenza stampa di presentazione del concerto per il 45° dello studio

In questo modo non convenzionale di festeggiare il traguardo, c’è tutta la visione di Carlo Baldi, l’ultimo regulator capace di far crescere e di rimediare ai guai di  Reggio, al quale tutti riconoscono un’autorevolezza e una capacità che gli permette di intervenire nelle situazioni più delicate e complicate dal punto di vista economico.

Ed è la visione non soltanto di un commercialista, come in effetti Baldi è, ma di un economista, intellettuale e scrittore, un umanista capace di sostenere le cause sociali più disparate, di stampo prampoliniano o, se si vuole, alla Adriano Olivetti.

E che non sia un’esagerazione, lo dimostrano i fronti su cui Baldi si è speso negli ultimi decenni: dalla fondazione del polo universitario reggiano alla nascita del laboratorio di compatibilità elettromagnetica, da Ciao Capellone, il libro dedicato a Otello Sarzi, alla fondazione del Laboratorio Baldi (impegnato nelle elezioni del 2004)  sino all’impegno al fianco di tanti artisti,per il rilancio della Famiglia Artistica Reggiana (oggi fusa con la fondazione Studium Regiense) e sul fronte economico per il risanamento di quanto resta della grande cooperazione.

Lo Studio Baldi & Partners al gran completo

Lo Studio Baldi & Partners al completo

E tutto questo mentre lo studio, che oggi occupa diversi piani in via Gutenberg, portava in Borsa fior di aziende e apriva a Milano la filiale Baldi Finance, sino a preparare l’espansione dello studio all’estero: si sta valutando l’apertura di un ufficio a Dubai, dove del resto l’avvocato Francesca Baldi è membro della Camera di commercio italiana degli Emirati.

“Siamo cresciuti – spiega Carlo Baldi – allargando lo studio sin dai primi tempi a giovani colleghi, aiutandoli a conseguire l’abilitazione a abituandoli al metodo del lavoro di gruppo. Dopo 5 anni, maturati determinati requisiti e sulla base di una decisione collegiale dello studio, vengono ammessi come associati senza dover pagare nulla per l ingresso”.

Nel 2016 avviene la fusione tra avvocati e commercialisti, e nasce così “Baldi & Partners”.

Francesca Baldi

Francesca Baldi

“Cerchiamo di precorrere i tempi, immaginando come sarà il mondo tra 10-15 anni. Dobbiamo essere consapevoli che oggi prepariamo il mondo dei più giovani, e  se non si sa guardare avanti non c’è futuro, ma resta solo il galleggiare verso il declino. E’ anche questa la ragione del concorso No Smog  finanziato dalla fondazione Baldi, alla quale concorrono i soci con una quota dei proventi.

Non solo: Aabbiamo scelto la strada della specializzazione in servizi all’avanguardia. Siamo stati i precursori della Borsa per la piccole e medie imprese quando nessuno ci credeva. Oggi invece il mercato Aim è quello che cresce di più e a Londra è diventato il più importante della Borsa. siamo accreditati come NOMAD (traghettatori verso la Borsa, ndr.), e siamo l’unico studio in Italia ad aver stretto un accordo con Moody’s , la più grande agenzia di rating del mondo: perchè siamo convinti che anche le grandi imprese devono avere un rating per presentarsi sui mercati finanziari”.

Carlo Baldi

Carlo Baldi

Altro settore innovativo è quello dell’organizzazione aziendale, per aiutare a crescere le aziende e, quando è il caso, a cambiare le aziende al passaggio tra la generazione dei fondatori e gli eredi o i nuovi assetti. Per questo lo studio ha assunto due giovani ingegneri gestionali.

Infine la visione sociale: la fondazione Studio Baldi onlus  sostiene ogni anno progetti soprattutto di ambito ospedaliero e culturali, anche per importi di centomila euro.

 

IL CONCERTO DEI SOLISTI FILARMONICI ITALIANI: LE QUATTRO STAGIONI DA VIVALDI A PIAZZOLLA

Per celebrare il proprio 45° anniversario di fondazione, lo Studio Baldi (oggi Baldi & Partners) , una significativa realtà professionale del Nord Italia, al centro della crescita economica di Reggio Emilia dagli anni 70 ad oggi, organizza un importante concerto dei Solisti Filarmonici Italiani al Teatro Municipale Romolo Valli per la serata di Martedì 27 Marzo 2018 (ore 21).

L’ingresso è a invito.

I Solisti Filarmonici Italiani, con un’esperienza di oltre 20 anni, sono considerati a livello internazionale come una delle più rinomate orchestre da camera per la vivacità interpretativa, il virtuosismo e la luminosità del suono.

L’ensemble è di dodici elementi: Federico Guglielmo, concertmaster e primo violino, Myriam Dal Don primo violino, Claudio Bertagnin primo violino, Alessandro Ferrari secondo violino, Carlo Lazari secondo violino, Giampiero Zanocco secondo violino, Enrico Balboni viola, Silvia Mazzon viola, Luigi Puxxeddu violoncello, Francesco Ferrarini violoncello, Franco Catalini contrabbasso e Roberto Loreggian Cembalo.

Con loro si esibiranno Elena Casolari, già prima ballerina della compagnia Cosi-Stefanescu e dal 2016 co-responsabile del Nuovo Balletto Classico, e Michela Mazzoni, ballerina solista del Nuovo Balletto classico.

La serata EIGHT SEASONS si annuncia come una cavalcata nel tempo, negli stili musicali e nelle sonorità, da Vivaldi ad Astor Piazzolla.

Nella prima parte del concerto i Solisti Filarmonici Italiani eseguiranno Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi (concerto in Mi maggiore La Primavera, concerto in Sol minore L’Estate, concerto in Fa Maggiore L’Autunno, concerto in Fa Maggiore L’Inverno).
Nella seconda parte saranno eseguite, quasi a contrappunto,
Las 4 Estaciones Portena di Astor Piazzolla, uno dei grandi protagonisti della musica del Novecento: Primavera Portena, Verano Porteno, Otono Porteno, Invierno Porteno con Federico Guglielmo e Myriam Dal Don al violino.

Il Maestro Federico Guglielmo suonerà il prezioso violino “Raffaele Vaccari” donato alla fondazione FAR-Studium Regiense.

IL CONCORSO PER TESI DI LAUREA “NO SMOG”

Sempre in occasione del 45° di fondazione, lo studio Baldi & Partners – Avvocati e Commercialisti indice un concorso per la redazione di tesi di laurea e progetti di ricerca “No Smog” sul risanamento ambientale di Reggio Emilia, mettendo in palio 4 Borse di studio per complessivi 10 mila euro.

Il tema è “Risanare le città: idee e progetti per risolvere il problema dell’inquinamento, migliorare l’ambiente e produrre energia pulita, con particolare riferimento alla città di Reggio Emilia e alla sua provincia”.

Possono partecipare i laureandi ai corsi di Laurea magistrale e Dottorandi di ricerca che, tra il 1° gennaio 2017 e il 28 aprile 2019, abbiano presentato o presentino una tesi o un progetto di ricerca sul tema.

Le domande di partecipazione (vedere la nota sul bando di concorso) dovranno essere presentate, corredate della documentazione richiesta, entro il 28 febbraio 2019.

Gli elaborati saranno valutati a insindacabile giudizio da una Commissione giudicatrice presieduta dal M. Rettore dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

La premiazione, con cerimonia pubblica, avverrà entro il 27 aprile 2019.

I premi sono di 3 mila euro al primo classificato per tesi di laurea, 2 mila euro al secondo classificato, 1.000 euro al terzo classificato, e 4 mila euro al primo classificato per il miglior progetto di ricerca nell’ambito di un dottorato di ricerca.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Carlo Baldi, non solo commercialista, festeggia il 45° dello studio
Concerto al Valli e un concorso contro l’inquinamento di Reggio

  1. giuseppe Rispondi

    29/03/2018 alle 18:42

    Perché non si copiano queste idee nell’interesse della città ?

  2. Augusto Bernardini Rispondi

    19/09/2022 alle 16:29

    Ciao Carlo e Francesca vi ricordo sempre con molto amore e infinita ammirazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.