Fiorini (Fi) sulla sicurezza: “Pene severe da scontare sino in fondo, 2 mld in più per le forze di polizia”

26/2/2018 – “Pene severe e da scontare fino in fondo per i criminali e gli stranieri dovranno scontare il carcere nel proprio Paese d’origine”. Benedetta Fiorini, candidata alla Camera per il centrodestra nel collegio uninominale di Sassuolo, non ha dubbi: la sicurezza deve essere una priorità. E di questo parlerà anche domani alle 20.45 nell’incontro con i cittadini al Parco Amico di Braida, una delle zone più calde di Sassuolo. “Guardiamo in faccia alla realtà – prosegue – : le nostre città non sono più sicure e il quartiere Braida di Sassuolo ne è la dimostrazione. Se parliamo di questo quartiere dire che non si può più uscire di casa tranquilli è la realtà non uno stereotipo. Ne approfitto anche per dire un grosso grazie alla associazione di volontariato che con il loro incessante lavoro riescono a tenere vivo questo quartiere. Se sarò eletta, sarò al fianco dei residenti di Braida e di tutte le zone a rischio per reclamare a gran voce più sicurezza. Su questo il programma del centrodestra è chiaro: 2 miliardi di investimenti per aumentare la dotazione organica delle forza dell’ordine e migliorare le loro attrezzature e il loro parco auto. E voglio tranquillizzare i cittadini: interverremo per fare in modo che non sia più possibile che spacciatori, rapinatori e altri delinquenti vengano arrestati e condannati ma non facciano nemmeno un giorno di carcere. E se si tratta di stranieri sconteranno la pena nel proprio Paese di origine. Non dimentichiamoci  poi dei 600 mila clandestini presenti in Italia: vanno rimpatriati. Lo faremo attraverso accordi con i Paesi africani. In Italia deve stare solo chi viene per lavorare e rispetta leggi e tradizioni”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *