E’ uscito dalla Rianimazione il calciatore albanese accoltellato. Polemiche per i due mancati assassini in libertà

6/2/2018 – E’ uscito solo ieri sera dalla Rianimazione del Santa Maria Nuova il calciatore albanese Aldj Shpijati, 22 anni, attaccante dell’Arcetana, ferito da diverse coltellate nella notte tra sabato e domenica, nel parcheggio adiacente al stazione ferroviaria di Scandiano.

Due interventi d’urgenza, compiuti nella giornata di domenica, all’addome e al torace gli hanno salvato la vita. Shpijati era arrivato in ospedale in condizioni gravissime, tanto che i medici hanno temuto per la sua vita. Poi il buon esito degli interventi e la dimissione dalla Rianimazione nella serata di ieri. Nondimeno la degenza si prennuncia lunga.

I carabinieri hanno denunciato due reggiani di 30 e di 36 anni per tentato omicidio aggravato: sarebbero loro gli autori dell’accoltellamento avvenuto al culmine di una lite, a quanto si sa, per futili motivi. I due sono a piede libero. Ha suscitato scalpore la mancata custodia cautelare in carcere per trascorsa flagranza del reato. Evidentemente non sono ritenuti sussistenti  elementi di pericolosità a carico dei due mancati assassini.

 

 

Condividi

Una risposta a 1

  1. Giovanna Rispondi

    06/02/2018 alle 16:15

    Dovevano ammazzando per andare in prigione!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *