Recuperato l’alpinista disperso sul Bocco: sta bene
Tutte le immagini del salvataggio

6/1/2018 – E’ stato salvato dopo quasi 24 ore all’addiaccio l’alpinista 51enne rimasto bloccato in un canalone ghiacciato sul Monte Bocco, nella nebbia e con l’attrezzatura danneggiata. L’uomo, originario di Reggio e residente nel parmense, era riuscito a dare l’allarme nel pomeriggio di venerdì ad un amico del Cai di Cavriago (a cui sarebbe iscritto) che a sua volta ha mobilitato il Soccorso

Il salvataggio dell'alpinista questa mattina sul Monte Bocco (foto fprnita dal Soccorso Alpino)

Il salvataggio dell’alpinista questa mattina sul Monte Bocco (foto fprnita dal Soccorso Alpino)

Alpino. Le operazioni di ricerca e recupero – che hanno subito una battuta d’arresto durante la notte -, erano state condotte da terra: la foschia rendeva impossibile l’intervento degli elicotteri.Sono state le squadre dei tecnici, unità cinofile e volontari del Soccorso Alpino emiliane (stazioni di Reggio Monte Cusna e Parma) e toscane (stazioni di Massa e Carrara-Lunigiana) a trovare e riportare incolume a valle l’alpinista: era alle pendici del monte che si trova al confine tra Parma e Massa Carrara. La zona era stata circoscritta grazie alle descrizioni del reggiano, che fortunatamente era in un punto in cui – sia pur a singhiozzo – c’era copertura per la rete telefonica cellulare. Ma fino alle ore 11.30 circa di ieri le ricerche non avevano portato a nessun sviluppo positivo, complici la nebbia e il maltempo.
IMG-20180106-WA0023La svolta quando proprio l’uomo è riuscito a contattare telefonicamente il capo stazione del soccorso alpino, che coordinava le operazioni di ricerca, confermando di essere in buone condizioni di salute e bloccato in un canale sulla parete sud. I soccorritori si sono così portati sulla zona seguendo le sue indicazioni, e in poco tempo lo hanno individuato è accompagnato in sicurezza al Passo del Lagastrello. Qui era stato allestito il campo base per le ricerche insieme ai carabinieri e ai vigili del fuoco. Arrivato a valle sul versante di Pratospilla, il cinquantunenne è stato affidato alle cure di medici e sanitari giunti sul posto in ambulanza: il controllo è stato traquillizzante, le sue condizioni di salute sono buone nonostante una nottata all’addiaccio.

IMG-20180106-WA0039
Tutto era iniziato quando l’uomo aveva deciso un’escursione in solitaria: venerdì mattina ha parcheggiato la propria auto nei pressi del Passo del Lagastrello, e ha imboccato il sentiero Cai 110, che dal versante toscano risale alla sommità del monte Bocco. Con se aveva piccozza e ramponi, ed indossava capi tecnici caldi. Si trovava proprio sul crinale che separa le province di Parma e Massa Carrara, fra i comuni di Monchio delle Corti e Comano, quando la nebbia e il maltempo gli hanno fatto perdere l’orientamento, fino a quando non è rimasto bloccato nel dirupo ghiacciato, con l’attrezzatura danneggiata. L’uomo è riuscito a chiamare i soccorsi, dando poche notizie e perdendo quindi il segnale telefonico. Nelle ricerche – complicate non solo dalla quota e dal freddo, ma anche da nebbia e forte vento, poi dal buio e dalla neve instabile – sono stati impiegati una trentina di uomini: volontari oltre che operatori e tecnici con mezzi speciali. Altre squadre erano state messe in pre allerta, nel caso le ricerche si fossero prolungate. Ieri mattina verso le 7 le ricerche sono riprese e l’uomo è riuscito per una seconda volta a contattare i soccorritori dando notizie precise e preziose sulla propria posizione.
Il salvataggio dell’alpinista disperso nella neve del Monte Bocco (foto fornita dal Soccorso AlpinoIMG-20180106-WA0042

I volontari del soccorso alpino raggiungono l'alpinista disperswo

I volontari del soccorso alpino raggiungono l’alpinista dispersso

IMG-20180106-WA0035

IMG-20180106-WA0041

 

 

IMG-20180106-WA0046

IMG-20180106-WA0033

IMG-20180106-WA0042

 

IMG-20180106-WA0024

IMG-20180106-WA0027IMG-20180106-WA0027

 

IMG-20180106-WA0030

 

IMG-20180106-WA0033

 

IMG-20180106-WA0035

I volontari del soccorso alpino raggiungono l'alpinista disperswo

I volontari del soccorso alpino raggiungono l’alpinista disperso

IMG-20180106-WA0039

IMG-20180106-WA0023

 

IMG-20180106-WA0034

 

 

 

6/1/2017 – L’escursionista reggiano bloccato in un canalone ghiacciato del Monte Bocco è stato ritrovato questa mattina dalle squadre del Soccorso Alpino. Sono in corso le operazioni di trasporto a valle. Le condizioni dell’escursionista sono buone. Le ricerche erano riprese nella prima mattinata partendo dal campo base istituito al Lagastrello. L’uomo era comunque riuscito a mettersi in contatto con i soccorritori attraverso il cellulare.

Le auto dei volontari del soccorso alpino

Le auto dei volontari del soccorso alpino

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *