Piazzale Europa, duello tra africani
a forbiciate e cocci di bottiglia: uno scappa dall’ospedale con gli aghi delle flebo nel braccio

24/1/2018 – Svolta investigativa nella cruenta lite verificatasi nel tardo pomeriggio di ieri in Piazzale Europa, lato nord della stazione storica di Reggio Emilia,  dove due stranieri si sono affrontati  a colpi di bottiglie e forbici rimanendo entrambi seriamente feriti.

Uno di loro questa notte, con ancora gli aghi della flebo nelle braccia, ha cercato di allontanarsi dall’Ospedale venendo fermato dai carabinieri. Entrambi i due contendenti hanno riportato lesioni da arma da taglio alla testa venendo giudicati guaribili in una ventina di giorni.

I carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Reggio Emilia, con la collaborazione della Polizia Municipale di Reggio Emilia nei cui uffici si è presentato uno dei due litiganti (l’altro è rimasto tramortito a terra in Piazzale Europa) c hanno denunciato alla Procura reggiana per lesioni aggravate un gambiano di 25 anni residente a Reggio Emilia e un cittadino del Mali, poco più che ventenne,  senza fissa dimora.

I motivi del duello? Sembra offese reciproche, tuttavia i militari non escludono che i motivi possano essere altri, considerando che la lite è avvenuta in un area “sensibile” allo spaccio di stupefacenti.

Riepiloghiamo i fatti. Ieri alle 17 quando i carabinieri di Reggio Emilia e i sanitari inviati dal 118, su richiesta di un passante sono intervenuti in Piazzale Europa un africano privo di documenti era riverso a terra col volto insanguinato: sulla base di alcune testimonianze è stato identificato come il maliano di 20 anni.

L’uomo, ricoverato al San Maria Nuova, questa notte con ancora gli aghi della flebo infilati nel braccio ha cercato di scappare ma è stato fermato dai carabinieri.

Nelle ore successive un altro straniero con ferite da taglio, il gambiano di 25 anni, si presentava al comando della Polizia Municipale dichiarando aver litigato proprio in Piazzale Europa con il maliano. Alla luce di quanto accertato i due stranieri saranno denunciati alla Procura reggiana per il reato di lesioni personali aggravate.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.