Ndrangheta, nuova retata anche in Emilia
Cosca di Cirò Marina, 169 arresti
Tutti i nomi, c’è anche il presidente della provincia di Crotone

9/1/2018 – Una nuova maxi operazione contro la ndrangheta della costa ionica investe in queste ore anche Reggio e l’Emilia. A partire dall’alba i carabinieri del Ros e del comando provinciale di Crotone stanno eseguendo 169 arresti in diverse regioni italiane e in Germania, 130 in carcere e 39 ai domiciliari, al termine di indagini coordinate dal Procuratore antimafia di Catanzaro Nicola Gratteri.  In totale le persone coinvolte sono 188. fra gli arrestati, un melissese residente a Reggio Emilia (ma catturato in Germania), cinque cutresi e un modenese.

Al centro dell’operazione Stige  le attività criminali della cosca Farao-Marincola di Cirò Marina, una delle più potenti della Calabria con ramificazioni anche nel Nord e Centro Italia, in particolare Emilia Romagna, Veneto, Lazio, Lombardia e in Germania. Le indagini hanno documentato l’infiltrazione mafiosa in diversi settori economici e imprenditoriali,  in Italia e all’estero: circostanza che ha consentito alla cosca di strutturarsi come una  ‘holding criminale’ capace di gestire affari per molti milioni di euro.

Anni fa, il pentito di ndrangheta Angelo Cortese, cutrese stabilitosi a Reggio Emilia, aveva definito Modena una “succursale” della cosca Farao-Marincola.  Fra gli arrestati il sindaco di Cirò Marina  e  presidente della provincia di Crotone Nicodemo Parrilla, eletto in una lista di centro sinistra, legati a potentati politici ex Margherita,  però “scissionista” rispetto al Pd.

porto-ciromarina

Il porto turistico e peschereccio di Cirò Marina

In manette anche il vicesindaco di Cirò Marina Giuseppe Berardi, il presidente del Consiglio comunale Giancarlo Fuscaldo, l’ex sindaco Roberto Siciliani e il fratello Nevio,  anche lui ex assessore ai lavori pubblici, il vicesindaco di Casabona Domenico Cerrelli, il sindaco di Mandatoriccio Angelo Donnici, il suo vice e assessore ai lavori pubblici Filippo Mazza, l’ex vicesindaco di San Giovanni in Fiore (centro dell’area silana)  Giovanbattista Benincasa e il sindaco di Strongoli Michele Laurenzano, del Pd. Quest’ultimo, secondo i pm della Dda di Catanzaro, avrebbe fornito un “concreto, specifico, consapevole e volontario contributo ai componenti dell’associazione mafiosa”.

Fra gli arrestati figurano cinque cutresi, oltre a un melissese residente a Reggio Emilia: è Francesco Bonasse di 48 anni, il cui arresto è avvenuto non in città ma altrove, a quanto pare in Germania.

In manette a Cutro anche Antonio Squillace di 63 anni, mentre sono ai domiciliari Luigi Muto di 30 anni, Santino Muto di 58 anni e Domenico Bonifazio di 74 anni, tutti residenti a Cutro. Arresti domiciliari anche per Rosario Placido di 49 anni, cutrese residente a Malagnino di Cremona.

A Modena è finito ai domiciliari Roberto Botti di 52 anni, a Monterenzio di Bologna Andrea Grillini di 41. Inoltre manette ai polsi per due calabresi residenti a Parma: Franco Gigliotti, 50 anni nato a Crucoli, e Fabio Potenza di 34 anni nato a Cirò.

Fra gli arrestati anche Natale Aiello, di Botricello, Massimo
Diego Caterisano di 47 anni e Francesco Maiolo, 41 anni, entrambi di Isola Capo Rizzuto.

L’inchiesta è coordinata insieme al Procuratore  Gratteri, dall’aggiunto Vincenzo Luberto e dai sostituti Domenico Guarascio, Alessandro Prontera e Fabiana Rapino. Ai 169 indagati vengono contestati a vario titolo i reati di associazione di tipo mafioso, tentato omicidio, estorsione, autoriciclaggio, porto e detenzione illegale di armi e munizioni, intestazione fittizia di beni, procurata inosservanza di pena e illecita concorrenza con minaccia aggravata dal metodo mafioso.

“A Cirò Marina l’ultima tornata elettorale per il Comune ha visto contrapposti due candidati della cosca”,  ha dichiarato il sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Vincenzo Luberto.  I candidati furono appunto Nicodemo Parrilla, poi eletto, e Roberto Siciliani, entrambi arrestati.

Luberto ha anche aggiunto che la cosca Farao-Marincola controllava il mercato di tutto, dal pescato, ai boschi, dai semilavorati per pizzerie in Germania al controllo del vino. “Addirittura in Germania c’erano vini con i nomi del papà e di altri parenti della cosca”. “Abbiamo intercettato in carcere – dice Luberto – le conversazioni del boss della cosca che diceva ai suoi parenti di smetterla con i reati violenti e di concentrarsi sulle questioni economiche”. “Una mutazione genetica della ndrangheta” ha aggiunto  Luberto, richiamando tutti i calabresi a fare attenzione perché “l’operazione di oggi dimostra come in Calabria si stia perdendo o si è persa in alcuni posti la libertà del voto e quindi della politica”.

Nel corso dell’operazione Stige sono stati sequestrati beni ritenuti riconducibili alla cosca Farao-Marincola per oltre 50 milioni di euro. Secondo la Dda si tratta di patrimoni accumulati illecitamente nel corso degli anni.
Il gruppo criminale era ramificato in diverse regioni e la sua operatività, come accertato dai Carabinieri in collaborazione con la polizia tedesca, si estendeva anche ai lander dell’Assia e del Baden-Wurttemberg.
Le indagini hanno ricostruito uno scenario definito dai Carabinieri di «pervasiva infiltrazione mafiosa» in diversi settori economico-imprenditoriali, dal commercio di prodotti vinicoli e alimentari alla raccolta dei rifiuti; dai servizi funebri agli appalti pubblici. Scoperta, inoltre, una «fitta rete di connivenze» da parte di amministratori pubblici che ha portato appunto agli arresti del presidente della Provincia di Crotone e dei sindaci di Cirò Marina, di Strongoli, di Mandatoricci oltre ai vicesindaci di San Giovanni in Fiore, capoluogo della Sila, e di Casabona .

Gli arresti e i sequestri sono stati eseguiti dai Carabinieri in Italia e contestualmente dalla Polizia tedesca in Germania. L’organizzazione criminale imponeva ai ristoratori di origine italiana della zona di Stoccarda, l’acquisto di vino, prodotti di pasticceria e semilavorati per la pizza prodotti da imprese legate alla cosca. Tredici le persone sono state arrestate per estorsione in Germania.
Secondo l’accusa, gli emissari della cosca Farao-Marincola erano anche divenuti i referenti dei ristoratori per la composizione di eventuali controversie

La cosca Farao-Marincola, grazie alla collusione di alcuni amministratori pubblici, sarebbe riuscita ad infiltrarsi anche nell’accoglienza ai migranti. In particolare, un immobile adibito a centro accoglienza profughi a Cirò Marina sarebbe stato riconducibile alla cosca.
La struttura era gestita da una serie di cooperative compiacenti, i cui rappresentanti, per l’accusa, fungevano da collegamento con gli enti pubblici per ottenere finanziamenti e autorizzazioni. Il sodalizio criminale otteneva così, sostanzialmente in esclusiva per le proprie ditte, la fornitura di beni e servizi ai migranti, accrescendo ulteriormente i propri introiti grazie anche al sistematico ricorso a fatturazioni gonfiate.

Le attività, condotte dai carabinieri e coordinate dalla Dda, avrebbero accertato una strutturazione peculiare dell’organizzazione criminale che sarebbe diretta dal boss ergastolano Giuseppe Farao (cl. 47) e avrebbe avuto la sua base operativa nell’area di Cirò, Cirò Marina e nei comuni circostanti. In questi territori sarebbe stata inoltre verificata l’operatività di due ‘ndrine satelliti: quella di Casabona facente capo a Francesco Tallarico, e quella di Strongoli con a capo la famiglia “Giglio”.

La locale di Cirò Marina avrebbe potuto contare inoltre su proprie promanazioni nelle regioni del Nord Italia e della Germania, dove venivano gestite attività commerciali e imprenditoriali, ritenute però come il frutto di riciclaggio e reimpiego dei capitali accumulati illecitamente.
L’assetto del sodalizio sarebbe stato l’espressione delle direttive impartite da Giuseppe Farao sarebbe stato – sempre secondo gli inquirenti – “chiaramente orientato a privilegiare lo sviluppo imprenditoriale della cosca, affidato ai propri figli e nipoti e sviluppato attraverso il reperimento di nuovi e sempre più remunerativi canali di investimento economico, limitando al massimo il ricorso ad azioni violente ed evitando gli scontri interni ritenuti pregiudizievoli per la conduzione degli affari”. Il controllo mafioso del territorio sarebbe stato invece demandato ad una serie di “reggenti”, fedelissimi del capo cosca.

La rete degli imprenditori “collusi”. Le indagini avrebbero permesso di ricostruire la ramificata rete di imprenditori considerati compiacenti e collusi che, sulla base di un rapporto perfettamente “sinallagmatico”, ovvero di reciproci scambi, avrebbero ottenuto pagamenti rapidi dalle Pubbliche amministrazioni, recuperi crediti, lavori e commesse (pubbliche e private=, riconoscendo di contro al clan i più diversificati favori: dalle assunzioni, ai finanziamenti, all’elargizione di somme di denaro, “contribuendo efficacemente e consapevolmente – affermano gli investigatori – all’accrescimento del potere mafioso sul territorio”.

Fondamentale nell’inchiesta è stata anche la collaborazione con le autorità tedesche (Ika e Bka) nel ricostruire gli affari illeciti gestiti dalla cosca in Germania. In questo quadro si sarebbe documentato il controllo da parte della cosca della produzione e distribuzione dei prodotti da forno (pane e affini), per cui i commercianti al dettaglio cirotani sarebbero stati costretti ad acquistare solo il pane prodotto dal forno di uno dei sodali e, nel contempo, gli altri concorrenti, con minacce, sarebbero stati allontanati dal territorio.

Questi i nomi delle 186 persone coinvolte a vario titolo nell’operazione “Stige”, di cui 169 arrestate.

IN CARCERE

Natale Aiello , 58 anni, nato a Botricello (KR)

Alessandro Albano, 56 anni, nato a Brancaleone (RC) residente a Cirò Marina

Domenico Alessio , 68 anni, detto “Frank” nato a Casabona (KR)

Francesco Aloe, 37 anni, nato a Cariati (CS) e residente a Cirò Marina

Gaetano Aloe, 40 anni, nato a Cirò Marina (KR) e residente a Trissino

Antonio Anania, 44 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Ercole Anania, 47 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Fabrizio Anania, 44 anni nato a Cirò Marina (KR)

Valentino Anania, 36 anni nato a Cirò Marina (KR)

Martino Aulisi, 31 anni, nato a Battipaglia (SA)

Sante Aulisi, 28 anni nato a Battipaglia (SA)

Vincenzo Barbieri, 59 anni, nato a Cirò Marina (KR) e residente in Germania;

Antonio Bartucca, 50 anni, nato a San Giovanni in Fiore (CS) e residente a Vigonza (PD)

Francesco Basta , 38 anni, nato a Bad Wildungen (D) e residente in Cirò (KR)

Giovambattista Benincasa, 54 anni, nato a Catanzaro e residente a San Giovanni in Fiore (CS)

Giuseppe Berardi, 44 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Antonio Giorgio Bevilacqua, 41 anni, nato a San Giorgio a Cremano (NA) e residente a Melissa (KR)

Moncef Blaich, 27 anni, nato a Rimini e residente a Tarsia (CS)

Vittorio Bombardiere 55 anni nato a Cirò Marina (KR) e residente a Cirò (KR)

Francesco Bonasse, 48 anni, nato a Melissa (KR) il 12/10/1970 e residente a Reggio Emilia

Giuseppe Bruno, 62 anni, nato a Cirò (KR) residente in Germania;

Agostino Canino, 55 anni, nato a Albi (CZ) e residente a Sellia Marina (CZ)

Francesco Capalbo, 56 anni, nato a Strongoli (Kr)

Amodio Caputo, 37 anni, nato a Crotone

Luigi Caputo, 62 anni, nato a Casabona (KR) e residente a Strongoli (KR)

Martino Cariati, 37 anni, nato a Cariati (CS) e residente a Cirò Marina

Giovanni Caruso , 33 anni, nato a Catanzaro e residente a Mandatoriccio (CS)

Vito Castellano, 54 anni, nato a Cirò (KR)

Massimo Diego Caterisano , 47 anni, nato a Crotone e residente ad Isola Capo Rizzuto (KR)

Dino Celano, 36 anni, nato a Roma

Assunta Cerminara, 65 anni, nata a Umbriatico (KR) e residente a Cirò Marina

Domenico Cerrelli, 38 anni, nato a Crotone

Aldo Chimenti, 62 anni, nato ad Altomonte (CS) e residente a Spezzano Albanese

Emanuele Chiriaco, 43 anni, nato a Crotone

Giuseppe Clarà, 53 anni, nato a Crotone e residente a Santa Severina

 Angelo Cofone, 65 anni, nato ad Acri (CS)

Luigino Comberiati, 44 anni, nato a Petilia Policastro (KR)

Roberto Corbo, 41 anni, nato a Caserta e residente a Sessa Aurunca (CE)

Gennaro Crugliano, 32 anni, nato a Cariati (CS)

Leonardo Crugliano, 60 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Mirco Crugliano, 30 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Giuseppe Cusato, 41 anni, nato a Crotone

Adolfo D’Ambrosio, 51 anni, nato a Cosenza e residente a Rende (CS)

Antonio De Luca, 60 anni, nato a Crotone

Angelo Donnici, 62 anni, nato a Cosenza

Aniello Esposito, 37 anni, nato a Napoli e residente a Teora (AV)

Francesco Farao, 37 anni, nato a Cariati (CS) e residente a Cirò Marina

Giuseppe Farao di Silvio, 34 anni, nato a Cariati (CS) e residente a Cirò Marina

Giuseppe Farao, 71 anni, nato a Cirò (KR)

Silvio Farao, 70 anni, nato a Cirò (KR)

 Vincenzo Farao , 45 anni, nato a Rotemburg e residente a Cirò (KR)

Vittorio Farao di Giuseppe, 41 anni, nato a Cirò Marina (KR)

 Vittorio Farao di Silvio, 39 anni, nato a Cirò (KR)

Paolo Fazi, 54 anni, nato a Pietra Marazzi (AL)

Maria Costanza Fiorita, 24 anni, nata a Crotone e residente a Strongoli (KR)

Giancarlo Fuscaldo, 22 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Alessandro Gabin, 49 anni, nato a Monaco di Baviera e residente a Marghera (VE)

 Giuseppe Gallo, 53 anni, nato ad Aprigliano (CS)

Donato Gangale, 41 anni, nato a Umbriatico (KR)

Vincenzo Gangale, 54 anni, nato a Carfizi (KR)

Giuseppe Giglio, 25 anni, nato a Crotone, e residente a Strongoli (KR),

Salvatore Giglio, 53 anni, nato a Strongoli (Kr)

Vincenzo Giglio, 27 anni, nato a Crotone e residente a Strongoli (KR)

Franco Gigliotti, 50 anni, nato a Crucoli (KR) e residente a Parma

Michele Laurenzano, 42 anni, nato a Crotone e residente a Strongoli (KR)

Mario Lavorato, 62 anni, nato a Mandatoriccio (CS)

Maria Giulia Lombardo, 45 anni nata Siena e residente a Cirò Marina (KR)

Fedele Longobucco, 50 anni, nato a Rossano (CS) e residente a Cariati (CS)

Francesco Maiolo, 41 anni, nato a Crotone e residente ad Isola Capo Rizzuto (KR)

Cataldo Malena, 38 anni, nato a Crotone e residente a Strongoli (KR)

Pasquale Malena, 41 anni, nato a Rogliano (CS) e residente a Cirò Marina

 Paolo Maletta, 53 anni, nato a Colosimi (CS)

Antonio Manica, 45 anni, nato a Crotone

Aldo Marincola, 34 anni, nato a Kassel (Germania) e residente a Parma

 Cataldo Marincola, 57 anni, nato a Cirò (KR) e residente a Sulmona (AQ)

Filippo Mazza, 41 anni, nato a Corigliano Calabro (CS) e residente a Mandatoriccio (CS)

Francesco Mazzea, 34 anni, nato a Crotone e residente ad Isola Capo Rizzuto (KR)

Federico Menotti, 66 anni nato a Mandatoriccio e residente a Napoli

Enrico Miglio, 66 anni, nato a Strongoli (KR)

Francesco Morrone, 33 anni, nato a Cariati (CS) e residente a Cirò Marina (KR)

Salvatore Morrone, 58 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Carmine Muto, 33 anni, nato a Crotone

Luigi Muto, 30 anni, nato a Crotone il 12/08/1987,

Santino Muto, 58 anni, nato a Cutro (KR)

Salvatore Nigro , 58 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Basilio Paletta, 42 anni, nato a Crotone e residente a Cirò (KR)

Salvatore Pappaianni, 42 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Nicodemo Parrilla, 59 anni, nato a Cirò Marina (KR)

 Giuseppe Pizzimenti, 39 anni, nato a Crotone e residente ad Isola Capo Rizzuto (KR)

Fabio Potenza, 30 anni, nato a Cirò Marina (KR) e residente a Parma

Carmela Roberta Putrino, 49 anni, nata a San Nicola Dell’Alto (Kr)

Massimo Putrino, 47 anni, nato a San Nicola dell’Alto e residente a Strongoli (KR)

Eugenio Quattromani, 51 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Leonardo Rispoli, 54 anni, nato a Cariati (CS)

Angela Rizzo, 54 anni, nata a Savelli

 Luigi Rizzo , 36 anni, nato a Cariati (CS) e residente ad Umbriatico (KR)

Salvatore Rizzo, 62 anni, nato a Umbriatico (KR)

Domenico Rocca, 41 anni, nato a Crotone e residente a San Mauro Marchesato

Francesco Russo, 37 anni, nato a Crotone e residente a Cirò Marina

Gaetano Russo, 38 anni, nato a Crotone

Francesco Salvato, 57 anni, nato a Crucoli (KR)

Vincenzo Santoro, 53 anni, nato ad Umbriatico (KR) e residente a Mandatoriccio (CS)

Michele Sculco, 58 anni, nato a Cirò (KR)e residente in Germania;

Giuseppe Sestito, 55 anni, nato a Rotemburg e residente a Cirò Marina

Mario Sirianni, 57 anni, nato a Crotone e residente a Cirò Marina (KR)

 Nevio Siciliani, 56 anni, nato a Crotone e residente a Cariati (CS)

Roberto Siciliani, 58 anni, nato a Crotone e residente a Cirò Marina (KR)

Carmine Siena, 36 anni, nato a Cirò

Palmiro Salvatore Siena, 61 anni, nato a Cirò (KR)

 Antonio Spadafora, 35 anni, nato a Crotone e residente a San Giovanni in Fiore,

 Giovanni Spadafora, 45 anni, nato a San Giovanni in Fiore (CS) e residente a Vigonza (PD)

Luigi Spadafora, 67 anni, nato a San Giovanni in Fiore (CS)

 Pasquale Spadafora, 41 anni, nato a Crotone e residente a San Giovanni in Fiore (CS)

Rosario Spadafora , 30 anni, nato a San Giovanni in Fiore (CS)

 Giuseppe Spagnolo, 49 anni, nato a Crotone e residente a Cirò Marina

Giuseppe Sprovieri, 44 anni, nato a Catanzaro e residente a Cirò Marina (KR)

 Antonio Squillace, 63 anni, nato a Cutro (KR)

 Francesco Tallarico, 41 anni, nato a Crotone

 Ludovico Tallarico, 45 anni nato a Crotone

Luigi Tasso, 46 anni, nato a Campana (CS)

 Giuseppe Tridico, 39 anni, nato a Verzino (Kr) e residente a Montalcino (SI)

 Bruno Tucci, 56 anni, nato a Acri (CS)

 Piero Vasamì, 49 anni, nato in Germania

 Vincenzo Zampelli, 48 anni, nato a Acri (CS) e residente a Rossano (CS)

 Francesco Zito, 40 anni, nato a Crotone e residente a Crucoli (KR)

Valentino Zito, 47 anni, nato a Cirò Marina (KR)

 Nicola Flotta, 59 anni, nato a Pietrapaola (CS)

 Domenico Palmieri, 47 anni, detto Tonino, nato a Cirò Marina e residente a Fellbach

 Tommaso Capristo, 41 anni, nato a Scala Coeli (CS) e residente a Waiblingen,

 Mario Campiso, 37 anni, nato a Cariati e residente in Germania;

 Annibale Russo, 37 anni, nato a Cariati (CS) e residente in Germania;

AI DOMICILIARI

 Maria Aiello, 38 anni, nata a Luino (VA) e residente a Corte de’ Frati (CR)

 Giuseppina Aloe, 41 anni, nata a Cirò Marina (KR)

Lucia Aloe, 38 anni, nata a Cariati (CS) e residente a Cirò Marina

 Caterina Aloisio, 41 anni, nata a Crotone e residente a Cirò Marina

 Laura Aloisio , 26 anni, nata a Cirò Marina

 Tommaso Arena, 33 anni, nato a Cariati (CS) e residente a Crucoli (KR)

 Carlo Bombardieri, 65 anni, nato a Crotone e residente a Cirò Marina

 Domenico Bonifazio, 74 anni, nato a Cutro (KR)

 Roberto Botti, 52 anni, nato a Modena

Gilda Cardamone, 34 anni, nata a San Nicola dell’Alto (KR) e residente a Melissa (KR)

 Dino Carluccio, 39 anni, nato a Cirò Marina (KR)

 Gabriele Cerchiara, 36 anni, nato a Taranto e residente a Crucoli (KR)

 Domenica Cerrelli, 64 anni, nata a Casabona (KR)

Alexandru Chiriac, 30 anni, nato in Romania e residente a Cirò Marina (KR)

 Morena Cola, 36 anni, nata a Roma

 Francesco Crugliano, 28 anni, nato a Cirò Marina (KR)

Antonio Esposito, 69 anni, nato a Cirò (KR)

 Marco Gaiba, 56 anni, nato a Venezia il 17/11/1962, residente a Mogliano Veneto

 Maria Francesca Gigliotti, 31 anni, nata a Cariati (CS) e residente a Crucoli (KR)

 Nino Greco, 49 anni, nato a Cariati (CS)

 Andrea Grillini, 41 anni, nato a Bologna, residente a Monterenzio (BO)

 Domenico Nicola Guarino, 30 anni, nato a Crotone, residente ad Isola Capo Rizzuto (KR)

Giuseppe Guarino, 38 anni, nato a Crotone, residente ad Isola Capo Rizzuto

 Elena Malena, 38 anni, nata a Cariati (CS) , residente a Cirò Marina

 Maria Mastroianni, 44 anni, nata a Crotone

 Alessandro Nigro, 30 anni, nato a Cariati (CS) e residente a Cirò Marina (KR)

 Elton Nikolla, 36 anni, nato in Albania e residente a Cirò Marina (KR)

Rosario Placido, 49 anni, nato a Cutro (KR) e residente a Malagnino (CR)

 Nicodemo Potestio, 28 anni, nato a Cariati (CS) e residente a Cirò (KR)

Antonella Rocca, 38 anni, nata a Crotone

Francesco Rocca, 41 anni, nato a Crotone

Luigi Salvato, 41 anni, nato a Crucoli (KR)

 Domenico Squlliacioti, 45 anni, nato a Isola Capo Rizzuto (KR)

 Annamaria Veltri, 32 anni nata a Palmi (RC) e residente ad Isola Capo Rizzuto (KR)

 Andrea Villirillo, 21 anni, nato a Crotone

 Rocco Villirillo, 23 anni, nato a Crotone

 Teresa Clarà, 30 anni, nata a Crotone

Massimo Scarriglia, 41 anni, nato a Crotone

Condividi

2 risposte a Ndrangheta, nuova retata anche in Emilia
Cosca di Cirò Marina, 169 arresti
Tutti i nomi, c’è anche il presidente della provincia di Crotone

  1. bruno caputi Rispondi

    10/01/2018 alle 16:01

    I Siciliani di Cirò Marina sono cugini dei fratelli Luigi e Giuseppe di Cirò e a questi molto vicini negli affari. Come forse saprete il primo si è guadagnato 5 anni definitivi per bancarotta fraudolenta per il crack la Giara… e ha sua parentela acquisita con il noto PM di Crotone Bruni, di cui ha sposato la sorella. Il secondo, guru dell’odontoiatria a Ferrara, è invischiato in un processo a Forlì per molestie e ricatti ad una sua studentessa di cui si era invaghito.

    Saluti.

  2. Alessandra Meruggio Rispondi

    10/01/2018 alle 21:43

    Due o tre anni fa Gratteri partecipò ad un evento estivo in piazza a Cirò Marina, e fu accolto dal sindaco di allora Roberto Siciliani. Si parlò di mafia, traffico di droga, ecc. Quando si dice l’ironia del destino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *