Giorno della Memoria: cerimonia al cimitero ebraico di Scandiano

26/1/2018 – Si rinnova sabato 27Giornata della memoria, con una cerimonia al cimitero ebraico di via Ariosto l’omaggio di Scandiano alla comunità semita che per secoli ha segnato la vita cittadina: alle 10,30 saranno il Sindaco Alessio Mammi e alcuni studenti della secondaria “Vallisneri”, con insegnanti e autorità, a commemorare le vittime della Shoah, nel 73° anniversario della liberazione di Auschwitz. 

La mattinata, aperta a tutti, fa parte del programma 2018 di Scandiano (R)esiste“, ciclo dedicato alla memoria, organizzato dal Comune in collaborazione con associazioni e scuole: un programma che è iniziato il 3 gennaio con la commemorazione dei martiri di Fellegara – quattro giovani partigiani trucidati dalla Brigata Nera le notte fra il 2 e 3 gennaio 1945 – e arriverà fino al 25 luglio (caduta del fascismo nel 1943) con una pastasciutta anti-fascista a Ca de’ Caroli, comprendendo il Giorno del ricordo (10 febbraio) e la festa della Liberazione (il 25 aprile). Commemorazionn dalle quali sono completamente escluse – a testimonianza della cattiva coscienza dell’amministrazione e della sinistra – le vittime innocenti ammazzate dai partigiani comunisti, come Nanni Lasagni ucciso quando non aveva ancora sedici anni e fatto sparire nella fornace di Cà de Caroli, e don Carlo Terenziani trucidato sulla base di accuse false il 29 aprile 1945. Per tacere del beato Rolando rivi, il seminarista di soli 14 anni di San Valentino di Castellarano, rapito, seviziato e ucciso pochi giorni prima della Liberazione. 

A momenti istituzionali si affiancheranno come sempre iniziative di carattere teatrale e cinematografico, incontri con esperti, visite (doppie in alcuni casi: di giorno per le scuole e la sera per la cittadinanza). Fra gli altri appuntamenti: la proiezione di “La signora dello zoo di Varsavia” (29 gennaio per le scuole, 31 per tutti); una relazione e una proiezione sulle foibe al “Gobetti” il Giorno del ricordo (10 febbraio); la testimonianza degli studenti tornati dai “Viaggi della memoria” Istoreco (12 aprile); lo spettacolo itinerante “Ricordi liberati“, del Centro teatrale MaMiMò (vie cittadine, sera del 24 aprile); la “biciclettata resistente” nei luoghi resistenziali (pomeriggio del 25 aprile).

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *