Giallo nel cantiere delle ville di Canali: furgone fa a fuoco in piena notte
Stufetta rimasta casualmente accesa o fiamme dolose?

31/1/2018 – Tutte le ipotesi sono ancora aperte, ma la pista prevalente è quella dell’incendio doloso. Ieri notte alle 3 un furgoncino è andato a fuoco nel cantiere di via Ruggero da Vezzano, a Reggio, dove è in costruzione un complesso di villette. Nel cantiere lavora la ditta dell’imprenditre cutrese Emilio caccia, fratello di Salvatore Caccia assolto nel rito abbreviato del processo Aemilia.

Nel posto è intervenuta la Squadra Mobile, a cui sono assegnate fra le altre le indagini sugli incendi nei cantieri edili, con la Polizia Scientifica.

Secondo una prima ricostruzione, il furgone avrebbe avuto  un guasto al serbatoio, tanto da perdere gasolio. Per questo non si esclude ancora la casualità: a innescare la scintilla potrebbe essere stato un cavo volante, appoggiato sul terreno e danneggiato dal passaggio dei mezzi, che alimentava una stufa elettrica accesa in in uno sgabuzzino a pochi metri dal furgone: non è chiaro se nello sgabuzzino dormiva qualcuno.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *