Reggiana, tre punti di prepotenza sulla Triestina

di Domenico Silvestro
30/12/2017 – Tre punti importantissimi per tanti motivi, quelli che la Reggiana è presa nello scontro diretto da playoff con la Triestina, che ieri sera al Mapei Stadium ha chiuso il 2017 granata, prima della lunghissima pausa che costringerà la squadra di Eberini ai box per tutto il mese di gennaio. Il 2-0 su Arma e soci, con le firme di Cesarini, autore di un gol da antologia,  e di Bovo, vale davvero doppio. I granata tornano al quarto posto in classifica

regia1q
LA PARTITA
Sannino deve far fronte a molteplici assenze nel reparto difensivo e sceglie di arretrare Meduri al fianco di Codromaz con Acquadro inserito in mediana, in quello che appare come un 4-1-4-1. Eberini dà invece fiducia a Riverola nel ruolo di esterno destro con Cianci sacrificato di turno, mentre in porta si rivede Facchin al posto di Narduzzo. Gli ospiti decidono di pressare i due centrali granata con le mezzali, mentre gli esterni rimangono bloccati sui terzini impedendo di fatto un giro palla pulito. I primi ad essere pericolosi sono proprio gli alabardati, che si fanno vedere al 5′ dalle parti di Facchin con un tiro a giro di Petrella, servito da una sponda di Arma. La Regia non è però da meno e prova a sfruttare il momento magico di Altinier: la punta ex Padova prova in un paio di occasioni ad attaccare la profondità senza successo, facendo poi tremare Boccanera al 16′ impattando in sforbiciata un cross arrivato dalla sinistra.

regia 3

I granata si rendono ancora pericolosi con Riverola su punizione, ma poi è la Triestina a prendere campo: dopo un’azione da ariete puro di Arma, Petrella viene messo giù da Facchin in area di rigore. Per fortuna dell’estremo difensore, l’assistente aveva precedentemente alzato la bandierina segnalando un off-side che regala un sospiro di sollievo alla Curva Sud. Sul finire di tempo il risultato però si sblocca grazie all’ennesima magia di Cesarini: imbeccato tra le linee, il 10 granata riesce a girarsi in un fazzoletto per poi freddare di sinistro Boccanera.

Regia 2Si va negli spogliatoi con la Regia avanti, ma la Triestina attacca sin dal primo minuto della ripresa aiutata dall’ingresso dell’esterno Bariti al posto dell’impalpabile Acquadro. Eberini al 60′ è però constretto a cambiare le carte in tavola a causa del forfait di Spanò: il centrale era rimasto a terra dopo un contrasto a inizio ripresa e dopo alcuni tentativi è costretto ad abbandonare il campo. Si accentra dunque Panizzi, con Ghiringhelli che passa a sinistra e Lombardo che subentra come terzino destro. Passano pochi minuti e la Regia trova il raddoppio: sugli sviluppi di una punizione dalla destra, un batti e ribatti con Boccanera viene risolto da un tap-in di Bovo, al posto giusto al momento giusto. Gli ospiti reagiscono a testa bassa spostando Mensah sulla destra, mossa azzeccata da Sannino visto che il n° 11 fa paura, ma non viene supportato dai compagni. C’è campo anche per Rosso, Bobb e Cianci, ma gli ultimi minuti sono di pieno controllo del match ed i granata riescono a terminare il 2017 con tre punti importantissimi per la classifica e per dimenticare l’incubo dei fatidici 7 minuti di Salò.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *