L’Enza ha rotto gli argini, Lentigione sott’acqua: le immagini del disastro dall’elicottero

12/12/2017 – A Lentigione, nel comune di Brescello, è in corso dall’alba l’evacuazione di oltre mille persone per l’esondazione  del fiume Enza.  Gli sfollati vengono messi in salvo con gommoni e altri mezzi, compreso un elicottero, e vengono trasferiti temporaneamente in strutture pubbliche , come la palestra Kaleidos di Poviglio. Intorno alle 8  fiume ha rotto un argine  e ha invaso l’abitato e la zona industriale, provocando gravi danni agli impianti produttivi: numerose le aziende allagate, fra cui lo stabilimento Immergas.

L’acqua è arrivata al centro di Lentigione: sino a un metro il livello dell’inondazione. Sono centinaia le case fatte evacuare. I comune a Brescello è stato attivato il centro operativo comunale.

L’onda di piena del Po  comunque è passata e ora sta investendo il modenese. Il Secchia questa notte ha superato il livello di guardia idrometrico.

lentigione

Da questa notte è riunito in Prefettura a Reggio Emilia il Comitato di Coordinamento Soccorso, che dirige l’evacuzione degli abitanti di Lentigione. E’ stata decisa la chiusura del ponte di Sorbolo in entrambe le direzioni e della ex statale 62 R.

In montagna la strada provinciale 15 è interrotta in tre punti a San Vincenzo, Castagneto e Miscoso. L’abitato di Miscoso è isolato verso valle, e pertanto ci si deve dirigere verso il passo del Lagastrello.

Interrotta anche la statale 91 in località Vaglie, mentre rimane percorribile la strada comunale di Cinquecerri.

In pianura – comunica ancora la Prefettura – sono chiuse la provinciale 51 e la provinciale 85 in corrispondenza della statale 9 a Rubiera.

A Lentigione sono mobilitare squadre di volontarie e l’Aipo sta tenendo sotto controllo sia la zona della rottura dell’argine, sia il tratto dal ponte di Sorbolo sino a Foce Enza.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *