L’arena Campovolo arriva in consiglio comunale
Agenda Verde si appella ai cittadini

di Agenda Verde*

11/11/2017 – “Apprendiamo che lunedì 13 in consiglio comunale si discuterà la mozione di iniziativa popolare sulla maxi arena campo volo. Prendiamo atto della velocità della risposta da parte dell’amministrazione, ma ne prendiamo atto con rammarico in quanto nella stessa seduta al punto successivo si voterà la variante urbanistica e l’approvazione del progetto definitivo.

La riteniamo una scorrettezza e una mancanza di rispetto per i cittadini, in particolare per quelli dei quartieri di S. Croce e Gavassa che saranno direttamente e pesantemente interessati dal progetto.

È forte il rammarico per l’ennesima occasione persa da parte dell’amministrazione per corrispondere alle promesse fatte in campagna elettorale dal Sindaco sulla partecipazione dei cittadini e sulla trasparenza delle decisioni.

Arena Campovolo,rendering del progetto Coopservice: visione generale

Arena Campovolo,rendering del progetto Coopservice: visione generale

Dopo aver speso oltre 400.000 euro per incontri di partecipazione, non uno di quei soldi è stato speso per condividere il progetto più importante dell’attuale mandato amministrativo, anzi, la beffa è che si prevedono assemblee successive all’approvazione delle varianti per informare sulla decisione.

In ogni caso, riteniamo di poter rivendicare un primo risultato, indipendentemente dall’esito della discussione di lunedì, e cioè di avere portato all’attenzione pubblica un progetto che altrimenti sarebbe passato del tutto inosservato.

Abbiamo sempre detto che non siamo contro gli spettacoli e i concerti, ma abbiamo un’altra idea di città della musica,ovvero una valorizzazione del comparto che si integri in modo sostenibile con le reali esigenze della città in termini di viabilità, vivibilità dei quartieri, inquinamento, promozione culturale e turistica. Tutto il contrario del progetto maxi arena che si prefigura come semplice luogo del consumo di eventi a esclusivo beneficio di un’azienda privata e con ricadute sull’indotto molto incerte e ad oggi ancora non supportate da dati oggettivi.

Cosi come non è assolutamente credibile che gli eventi previsti siano ad impatto zero. Trecentomila persone a estate, per 18 anni di seguito, si sentono eccome .

Tutto questo è alla base della mozione di iniziativa popolare.

Invitiamo pertanto i cittadini a essere presenti lunedì alle 16 in consiglio comunale per seguire la discussione”.

Condividi

Una risposta a 1

  1. waterboy Rispondi

    13/11/2017 alle 14:17

    Traduzione: noi abitiamo lì vicino e non ci fa piacere che venga costruita, ma se viene fatta altrove, si può fare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *