Spara agli operai credendoli dei ladri: denunciato pensionato di Albinea

11/10/2017  – Ha esploso alcuni colpi di fucile in aria scambiando degli operai sul tetto di una casa vicina per ladri. E’ stato così denunciato dai carabinieri un pensionato di 75 anni di Albinea. L’uomo dapprima ha negato di aver sparato davanti ai militari dell’Arma intervenuti nei giorni scorsi dopo l’accaduto, poi ha ammesso le proprie responsabilità e deve rispondere ora di esplosioni pericolose.
Al 75enne è stato revocato il nulla osta per la detenzione di armi in casa e sono stati sequestrati due carabine, quattro fucili e una pistola oltre alle munizioni tenute in casa, pari a 319 colpi.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Alessandro Raniero Davoli Rispondi

    12/10/2017 alle 01:42

    Un buon avvocato dimostrerà non solo la buona fede, ma anche che l’azione è giustificata dai numerosi furti e rapine ormai quotidiane in tutta la provincia. Sparare in aria con un fucile da caccia, con munizione spezzata (pallini) non può essere considerato un pericolo, e lo può provare anche un mediocre esperto balistico. Forse lo possono accusare di molestia alla quiete pubblica … forse, visto che ormai, grazie all’incapacita di chi ci amministra, di quiete pubblica non vi è più traccia. Come dice quel detto: “Forti coi deboli e deboli coi forti”. Carabinieri e Procura dovrebbero meditare …
    A Castelnovo Monti mi è giunta notizia di ripetuti spari nel centro del paese, tre sabati fa alle ore 2 di notte, tra albanesi, con ritrovamento di bossoli di Kalaschnikov… !!! (Arma da guerra).
    La fonte è più che affidabile …. ma la notizia è accuratamente silenziata … Certo non si trattava di un onesto pensionato italiano!
    Come sempre firmo quanto affermo, con il mio nome e cognome. Se cc o Procura vogliono saperne di più, (se già non ne sono al corrente) sono a disposizione.
    Alessandro Raniero Davoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *