Landi Renzo continua la corsa in Borsa: chiusura +11%, +380% in un anno
Il ramo altoparlanti venduto per 7,5 mln

di Pierluigi Ghiggini 

2/10/2017 – Sta galoppando verso la quotazione di 2 euro il titolo Landi Renzo, che solo all’ inizio dell’anno valeva 34 centesimi.
Dopo il 14,95% di rialzo realizzato venerdì, questa sera il titolo di Corte Tegge (sistemi di alimentazione alternativa per auto) ha chiuso a 1,92 euro con un ulteriore balzo del 10,98% che porta l’aumento realizzato in un anno a uno stratosferico 380%. Ieri sono passati di mano 13 milioni 182 mila titoli, a ennesima conferma di movimenti importanti intorno al gruppo guidato da Stefano Landi, presidente della Camera di commercio Reggiana.
E infatti in serata a mercato borsistico chiuso è arrivata la notizia ufficiale dell’acquisizione di un ramo di Landi Renzo da parte di B&C Speakers SpA , società quotata al segmento Star di Borsa Italiana e specializzata nella progettazione, produzione, distribuzione e commercializzazione di trasduttori elettroacustici a uso professionale.
Ieri sera B&C Speakers ha chiuso in Borsa a 12,85 euro, +0,63% rispetto alla seduta precedente e con un incremento del 92,95% anno su anno.

Una sede Landi Renzo

Una sede Landi Renzo

Un comunicato congiunto ha appunto annunciato che B&C Speakers ha sottoscritto «un accordo vincolante per acquisire il 100% del capitale sociale di Eighteen Sound S.r.l. dal Gruppo Landi Renzo, (attraverso la sua controllata A.E.B S.p.A.),
per un corrispettivo non superiore a 7 milioni 400 mila euro».
Eighteen Sound è attiva nel settore della produzione di altoparlanti professionali, con un fatturato pari a circa 12,6 milioni di Euro e un Margine Operativo Lordo pari a 0,9 milioni di Euro al 31 dicembre 2016.
Inoltre detiene una partecipazione pari al 100% del capitale sociale in Sound&Vision S.r.l.; il gruppo opera sul mercato internazionale utilizzando i due marchi 18 Sound e Ciare.

«L’operazione verrà finanziata facendo ricorso al credito bancario a medio termine – si legge nel comunicato di Landi Renzo e B&C Speakers – Il corrispettivo verrà corrisposto al closing e potrà essere soggetto a meccanismi di aggiustamento al variare di determinati elementi economici di riferimento.
Il closing (chiusura dell’operazione) è previsto entro il 30 novembre 2017».
Inoltre «l’offerta vincolante prevede che il completamento dell’operazione sia soggetto a condizioni e impegni usuali per tale tipologia di operazioni, tra cui la positiva conclusione delle attività di due diligence legale, fiscale, finanziaria e contabile.

Tale operazione permetterebbe a B&C Speakers di consolidare la propria posizione di leadership sul mercato di riferimento in oltre 60 anni di attività e di realizzare una migliore segmentazione del mercato attraverso l’utilizzo dei due marchi acquisiti».

Stefano Landi

Stefano Landi

Per quanto concerne il Gruppo Landi Renzo, tale cessione rientra nell’ambito di quanto previsto nel piano strategico 2018-2022 col focalizzarsi nelle attività core del Gruppo, «con la conseguente dismissione di quelle ritenute non strategiche».
«Abbiamo sempre avuto grande considerazione per il prodotto e per il team di Eighteen Sound e siamo certi che questa possibile integrazione porterà a ottimi risultati – ha dichiaratoi Lorenzo Coppini, Ceo e azionista di maggioranza di B&C Speakers – I marchi di B&C Speakers, di Eighteen Sound e, non dimentichiamoci di Ciare, sono complementari sotto molti aspetti: a breve termine saremo in grado di offrire un pacchetto di altoparlanti molto strutturato e completo per il mercato audio, dal core business nel professionale a nuove prospettive nell’home entertainment.
Il tutto mantenendo le proprie radici di innovazione e produzione in Italia dove saranno realizzati il 100% dei prodotti del nascente Gruppo».

Cristiano Musi, amministratore delegato di Landi Renzi, sottolinea come la cessione costituisca  un tassello del piano di ristrutturazione del gruppo, e contribuisca all’obiettivo di ridurre l’indebitamento del gruppo.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Rispondi

    03/10/2017 alle 12:25

    Landi come Parmalat ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.