Incredibile boom dei falsi alla fiera di San Simone: sequestrata merce per centomila euro
Senegalese arrestato, un altro denunciato

30/10/2017 – Borse, scarpe, capi d’abbigliamento e accessori contraffatti e accessori per un valore stimato di circa 100 mila euro, dei marchi più noti e alla moda quali Chanel, Colmar, Gucci, Prada e LiuJo, Luis Vuitton, Nike e Adidas sono stati sequestrati dai carabinieri della stazione di Montecchio Emilia supportati dai colleghi in forza alla compagnia di Reggio Emilia, in occasione dei controlli appositamente svolti dai carabinieri in occasione della Fiera di San Simone di domenica a Montecchio Emilia.

I carabinieri hanno fermato diverse auto e furgoni: tanti i regolari, ma nella rete dei militari anche due commercianti senegalesi di 40 e 24 anni, che sono stati trovati in possesso di svariata merce contraffatta che i due si apprestavano a vendere. Due carichi distinti, del valore complessivo, come detto, di 100 mila euro sono quindi stati sottratti al mercato. Dei due ambulanti fermati dai carabinieri uno è finito in manette essendo stato arrestato a seguito della condotta violenta opposta ai militari per evitare i controlli.

Diapositiva1 (1)

Il primo a finire nei guai è stato un senegalese di 40 anni residente in provincia di  Massa Carrara: a lui i carabinieri hanno sequestrato una ventina di giubbotti marcati Stone Island e Colmar, oltre 30 borse di diverse marche (Prada, Chanel Gucci, Liu-Jo etc..) e varie paia di scarpe marcate nike, tutte risultate contraffatte.

Il 40enne è stato quindi denunciato alla Procura reggiana con l’accusa di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e vendita di prodotti industriali con segni mendaci.

Più “movimentato” e culminato con un arresto l’esito dei controlli eseguiti nel pomeriggio di ieri sempre alla Fiera di  di Montecchio. I carabinieri hanno sorpreso tre ambulanti mentre  vendevano merce contraffatta: 2 di loro sono scappati abbandonando tutta la merce costituita da una cinquantina di paia di scarpe marca Adidas, Nike e Sauconj, il terzo, identificato in un cittadino senegalese 24enne residente a Torino, è stato arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale per aver aggredito un militare. A lui i carabinieri hanno sequestrato una ventina di borse e una decina di cinture tutte con marchi contraffatti. Per questo motivo all’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale si sono aggiunte quelle di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e vendita di prodotti industriali con segni mendaci.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.