Tragedia in cella: marocchino arrestato per lesioni si sente male e muore

5/9/2017 – Dramma nelle camere di sicurezza del comando carabinieri di Corso Cairoli a Reggio Emilia. Oggi pomeriggio all’ospedale Santa Maria Nuova  è morto il marocchino Youness ABOULOUFA EL IDRISSI di 37 anni, disoccupato,  residente a Correggio. Si era sentito male in tarda mattinata in una delle  celle della caserma dove era stato portato in attesa del processo per direttissima fissato per domani. L’uomo, completamente ubriaco, era andato su tutte le furie all’ospedale San Sebastiano di Correggio, dove era stato trasportato d’urgenza a causa delle sue condizioni, sino ad aggredire due Carabinieri intervenuti sul posto: uno dei due militari infatti è stato medicato per contusioni con sette giorni di prognosi.

Portato in caserma a Reggio, l’uomo ha avuto un secondo malore in cella. Il piantone di servizio ha chiamato il 118, che ha portato  di corsa  il poveretto di nuovo in ospedale, questa volta al Santa Maria Nuova, ma evidentemente era troppo tardi.

Questa mattina El Idrissi, in piena alterazione alcolica, era stato soccorso a Correggio dal personale del 118 e da una pattuglia dei Carabinieri di Bagnolo, ed era stato portato al pronto soccorso del San Sebastiano.

Tuttavia dopo pochi minuti la stessa pattuglia dei carabinieri era stata richiamata indietro perchè l’uomo, dopo aver rifiutato le cure, stava creando “disordine e disturbo” all’interno dell’ospedale.

Alla vista dei militari, gli stessi poco prima l’avevano soccorso, l’uomo è andato su tutte le furie sputando ai carabinieri  e aggredendoli con furia.  E’ stato bloccato con l’aiuto di un’altra pattuglia e portato in caserma, dove è stato arrestato con le accuse di resistenza, violenza a pubblico ufficiale e lesioni.  Poi un nuovo malore nella camera di sicurezza della caserma Carmana in attesa di comparire davanti al giudice, e la corsa al Santa Maria Nuova, purtroppo inutile.

 

 

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *