Coop Alleanza 3.0: “Il nostro prestito sociale è sicuro”
Ma c’è ancora bisogno di chiarimenti

 

 

19/9/2017 – Il bilancio è solido e il prestito sociale è sicuro, garantito dal 40% di liquidità che d’ora in poi sarà sottoposto alla certificazione trimestrale di revisori e collegio sindacale. Lo afferma in modo perentorio il vertice di Alleanza 3.0, la più grande cooperativa italiana di consumatori guidata dal presidente Adriano Turrini e per le finanza dall’ a.d. reggiano Paolo Cattabiani, dopo gli articoli che hanno rivelato le operazioni di lievitazione del valore delle azioni Unipol nei bilanci di Holmo e Finsoe, le casseforti attraverso le quali le grandi cooperative detengono il controllo di Ugf. Questo il comunicato della direzione di Bologna.

“Coop Alleanza 3.0 desidera esprimere la propria posizione in merito alle informazioni riguardanti il Prestito sociale diffuse in questi giorni da alcune testate e dai social.

Il  Prestito sociale di Coop Alleanza 3.0 è  sicuro. La nostra Cooperativa, infatti, ha un Bilancio solido ed è  sottoposto agli stessi controlli previsti per le società  per azioni (da parte di Società  di revisione e Collegio sindacale) e in cui non sussistono minusvalenze latenti e ha un patrimonio netto di 2,5 miliardi di euro.
Il rapporto tra Prestito sociale e patrimonio netto, poi, corrisponde a 1,6: ciò  significa che Coop Alleanza 3.0 è ampiamente al di sotto dei parametri fissati da Banca d’Italia (per cui il Prestito sociale non può essere superiore a 3 volte il patrimonio netto consolidato) e che la Cooperativa potrebbe raccogliere quasi il doppio dell’attuale Prestito, rimanendo comunque nei rapporti definiti dalla normativa.

coop sicilia
Inoltre, il Prestito sociale di Coop Alleanza 3.0 è  garantito anche da un eccellente indice di liquidità che è l’indicatore più importante per i soci prestatori ed è ampiamente superiore al 40% del Prestito (come previsto dallo stesso Regolamento del Prestito di Coop Alleanza 3.0). L’indice di liquidità, costantemente tenuto sotto osservazione dal punto di vista gestionale e calcolato a fine anno nel Bilancio, sarà  anche messo trimestralmente a disposizione della Società  di revisione e del Collegio sindacale.

E’ utile poi ribadire che il Prestito sociale non è una raccolta di risparmio e che Coop Alleanza 3.0 non è una banca: i soldi vengono prestati alla Cooperativa dai soci per sostenerne l’attività. Il Prestito sociale è uno strumento previsto dalla legge per le Cooperative, che –  lo ricordiamo – non hanno scopo di lucro e non danno dividendi ai soci, ma reinvestono ciò  che guadagnano nel proprio sviluppo e in quello di tutto il sistema cooperativo, creando occupazione. Coop Alleanza 3.0, ad ogni modo, non ha timore di essere sottoposta a verifiche e, anzi, si fa continuamente promotrice di soluzioni per aumentare i sistemi di controllo interni e per una riforma legislativa del sistema cooperativo e dei suoi strumenti finanziari, all’interno dei quali c’è il Prestito sociale. Prossimamente, infatti, verrà  portata in discussione in Parlamento una legge, da noi stessi sollecitata, sul sistema cooperativo e i suoi strumenti finanziari”.

________

Sottolineando la solidità del prestito sociale  su cui la stampa nazionale ha lanciato un alert non specificatamente su Alleanza 3.0 , ma in generale sul sistema delle grandi coop consumatori riunite in Coop Italia e che controllano Unipol con un pacchetto superiore al 30% –  Alleanza 3.0 conferma quanto scritto da Reggio Report. Tuttavia tace sulla questione fondamentale: è vero che attraverso una serie di operazioni contabili il valore delle azioni Unipol in capo a Holmo e Finsoe risulta iscritto nei bilanci a un un prezzo largamente superiore, sino a 13,2 euro/azione, contro un valore attuale di Borsa oggi inferiore a 3,2 euro/azione?  

Inoltre: quali effetti ha tale lievitazione nei bilanci  delle coop di consumatori e sul loro patrimonio netto che garantisce il prestito sociale?

Inoltre è vero, come ha scritto il quotidiano La Stampa, che se il valore delle Unipol dovesse essere iscritto al prezzo di Borsa, Alleanza 3.0 dovrebbe registrare una perdita di 643 milioni di euro e una conseguente diminuzione del patrimonio netto?

Si attendono chiarimenti in proposito, dovuti prima ancora  che ai media, alla massa dei soci e prestatori.

(plg)

 

Be Sociable, Share!

2 risposte a Coop Alleanza 3.0: “Il nostro prestito sociale è sicuro”
Ma c’è ancora bisogno di chiarimenti

  1. Fausto Poli Rispondi

    20/09/2017 alle 21:06

    Certamente ! Tutto sicuro ! Col cavolo che faccio il libretto.

  2. vilma castelli Rispondi

    05/03/2018 alle 14:33

    effettivamente, visto che mancano prodotti a marchio coop che andavano venduti molto bene una qualche domanda sorge spontanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *