Venezuela, Maduro come Pinochet: il video del sequestro dell’alcalde democratico di Caracas, Antonio Ledezma, da parte della polizia politica

 

Il golpe di Maduro in Venezuela ha raggiunto il punto di non ritorno. Alla vigilia dell’insediamento di un’assemblea costituente illegittima (e che non sarà  riconosciuta dall’Italia) in un Paese ormai stremato, il dittatore sta facendo piazza pulita delle opposizioni con metodi alla Pinochet. Questa notte alle 0,45 (le 6, 45 ora italiana) la polizia politica ha sequestrato in casa sua Antonio Ledezma, ultimo alcalde (sindaco)  democratico di Caracas.

Il sequestro di Antonio Ledezma ( in pigiama azzurro) avvenuto questa notte a Caracas

Il sequestro di Antonio Ledezma ( in pigiama azzurro) avvenuto questa notte a Caracas

Ne ha dato notizia su whatsapp la figlia Vanessa, che da tempo è in Emilia e si batte con coraggio da tempo per la sicurezza del padre, imprigionato due anni fa  e sino a stanotte agli arresti domiciliari, perchè malato, e per la libertà del popolo venezuelano. L’altra domenica aveva guidato una folta rappresentanza di venezuelani in Italia all’Angelus del Papa, in piazza San Pietro.

Ledezma è stato sequestrato mentre era a letto, ed è stato portato via in pigiama, tra la disperazione  e la rabbia dei famigliari che non sanno ancora dove sia imprigionato.

Cattura 3

Ecco l’appello diffuso dalla figlia Vanessa Ledezma, e affidato anche a Reggio Report, con alcune immagini riprese con il drammatico video girato con uno smartphone  al momento del sequestro. Immagini che stanno facendo il giro del mondo.

“Alle 0,45 ora di Caracas un folto drappello della polizia politica del Sebin ha sequestrato mio padre. Non sappiamo nulla, ho paura di cosa può succedergli. Riterrò responsabile Maduro dell’integrita fisica e morale di mio padre!”. VANESSA LEDEZMA

Cattura 4

 

La polizia politica tiene i famigliari di Ledezma sotto la minaccia delle armi

La polizia politica tiene i famigliari di Ledezma sotto la minaccia delle armi

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *