Più giustizia e meno debito pubblico per tutti? Il Tavolo Hemingway farebbe così

di Mario Guidetti*

23/8/2017 – Tavolo Hemingway: un coro di approvazione quando “WriterMarius”, riferendosi al crescente debito pubblico, alle pseudo-manovre economiche del Governo, sbotta con un “I ricchi non piangono mai. Strombazzamento e plauso da parte di una Europa asfittica ed in stato confusionale, alla mercè delle iene della finanza speculativa. Un Governo in “libertà vigilata” mutua da Petrolini:”Bisogna continuare a prendere il denaro dove si trova: presso i poveri; ne hanno poco, ma sono in tanti”.

Provvedimenti beffa, pannicelli caldi, NON manovre strutturali fatte di                       un “draconiano smagrimento numerico ed economico degli eletti (non nominati)” di Parlamento, Senato e Regioni;                                                                                   

  • Al posto delle 110 pseudoProvince, delle 20 Regioni (5 a Statuto speciale), delle 10 (+ 7 previste) Città Metropolitane, creare un modello di Federalismo liberale con 31 Dipartimenti virtuosi, omogenei, di dimensioni ottimali, nessuno a Statuto speciale e 4 Città Metropolitane vietando loro la possibilità di attività onerose per sedi di rappresentanza (ne hanno anche all’estero (sic!)                                          
  •  – accorpamento dei Comuni (sono 8.101): almeno 15.000 abitanti                             
  •  – “Legge obiettivo” per l’immediata liquidazione delle migliaia di Enti inutili;                
  • – tetto agli stipendi (massimo pari a quello, ridimensionato, dei parlamentari) per i Boiardi di stato ed i dirigenti delle aziende pubbliche o partecipate;                            
  • – unificazione degli enti previdenziali.                                                                                   
  • – tetto massimo a 5.000 euro/mese (che non sono pochi) per le pensioni (sono 109.800 le “pensioni d’oro” – portandole a 5.000 euro si otterrebbero risparmi di oltre 7 miliardi di euro);                                                                                                 
  • – no alle antiCostituzionali tasse sulle tasse (Iva su accise ed addizionali);                 
  • – revisione delle tabelle Iva riducendola al 4% per i beni primari (energia, acqua, gas, benzina) ed aumentandola al 25/30% per i beni di lusso,                                   
  • – no IMU per la prima casa e su quella data in comodato d’uso a parenti ed affini fino al terzo grado                                                                                                        
  • – IMU al 10 per mille oltre la terza unità immobiliare posseduta;                                  
  • – fare pagare tasse “umane” a tutti, incluso chi oggi ne è esente, ed applicare le norme antimafia con la confisca del patrimonio, agli evasori fiscali “sistemici ed ai loro complici, commercialisti inclusi”                                                                          
  •  – alle aziende che incrementano il numero dei dipendenti, riconoscere un bonus una tantum di 10.000 euro per ogni assunto a tempo indeterminato. (10 miliardi di euro per 1 milione di nuovi posti di lavoro; molto, molto meno del costo delle Province e delle Regioni = unaffare sociale per tutti)                                                                  
  •  – blocco infruttifero per 5 anni del rimborso del debito pubblico per importi eccedenti il milione di euro (mazzati i turpi gnomi della finanza)                                                  

L’Europa, il FMI diranno: “Nun se può fare” .Al tavolo rispondono: “Si può, si deve fare e noi lo faremmo” .

Solo una simile manovra, indicata dai nessuno del tavolo Hemingway (che, come i pesci, non hanno studiato ingegneria idraulica ma sanno nuotare benissimo), in otto anni consentirebbe di ridurre il debito pubblico sotto al 50% del Pil, rispetto all’attuale 132,60%. (2.281 miliardi di euro)

Venga ????, venga l’opposizione (che non c’è), vengano gli Statisti (che non ci sono) al tavolo politico-letterario Hemingway; avrebbero molto da imparare. O no?

Al tavolo sono dei populisti, degli illusi? No, solo dei Patrioti.

*Portavoce del tavolo Hemingway

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *